Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 20 Giugno |
Beata Vergine Maria Consolatrice
home iconStile di vita
line break icon

Sai come si forma una perla preziosa in un’ostrica?

Flickr/amboo who?

Editrice Cléofas - pubblicato il 08/10/15

Una riflessione su come affrontare le difficoltà della vita

La perla è prodotto del dolore, risultato dell’entrata all’interno dell’ostrica di una sostanza estranea o indesiderata, come un parassita o un granello di sabbia. La parte interna della conchiglia di un’ostrica contiene una sostanza brillante chiamata madreperla. Quando penetra un granello di sabbia, le cellule della madreperla iniziano a lavorare e ricoprono il granello con vari strati per proteggere il corpo indifeso dell’ostrica. Come risultato, si forma la perla.

Un’ostrica che non è stata ferita non produce perle, perché la perla è una ferita cicatrizzata.

Tutti noi siamo stati feriti in molti modi dalle parole altrui, a volte da gelosia, odio, vendetta, invidia, calunnia, pettegolezzi… A volte le nostre idee vengono rifiutate e perfino disprezzate, e a volte vengono male interpretate.

Non preoccuparti, non rispondere, non ripagare il male con il male. Fai come l’ostrica e produci una perla dentro di te, nello stesso luogo in cui si trova la ferita che ha sanguinato. Copri le tue ferite e i rifiuti subiti con strati e strati d’amore, di pazienza, di bontà, di delicatezza, di preghiera.

“Abbi un cuore retto e sii costante, non ti smarrire nel tempo della seduzione. Stà unito a lui senza separartene, perché tu sia esaltato nei tuoi ultimi giorni” (Sir 2,2-3).

Non serve inveire contro la vita, contro le persone e contro Dio. Non risolve nulla e peggiora il proprio stato d’animo. È meglio accendere una candela che maledire l’oscurità. Una semplice fiamma di allegria illumina una grande oscurità.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
beneferita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni