Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Una giovane armena canta una splendida preghiera nell’ex cattedrale

Condividi

Il suo inno toccante rievoca perdite e tragedie, ma anche fede e speranza

Una giovane armena canta spontaneamente una preghiera intitolata “Signore Abbi Pietà” nella chiesa della Santa Croce situata sull’isola di Akdamar, sul lago di Van (Turchia).

Quasi dimenticando di essere attorniata da altre persone, si concentra su un’icona mentre eleva la sua voce in una preghiera accorata.

La chiesa era una cattedrale medievale e apparteneva agli armeni prima del genocidio armeno da parte dei turchi nel 1915.

Ora abbandonata, è rimasta inutilizzata per molti decenni, ma dopo aver scoperto che doveva essere demolita nel 1951, uno scrittore e giornalista di nome Yaşar Kemal ha usato i suoi contatti per fermarne la distruzione.

Il luogo è diventato un’attrazione turistica, e nel 2005 la struttura è stata chiusa ai visitatori per essere sottoposta a un consistente restauro.

Oggi è un museo turco, ma per alcune persone, come questa donna, resta un luogo sacro.

Come incenso salga a te la mia preghiera,
le mie mani alzate come sacrificio della sera – Salmo 141, 2

 

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
cantare
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni