Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconStile di vita
line break icon

La storia di Qian Hongyan: nuotatrice senza gambe

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 25/09/15

Simbolo del riscatto contro le avversità, la giovane cinese è oggi una campionessa paralimpica

Divenuta suo malgrado un simbolo della disabilità oggi è una campionessa nei giochi Paralimpici. La giovane Qian Hongyan è ora un simbolo in Cina per le sue doti atletiche e per la sua forza d’animo.
La storia, originariamente raccontata dal Daily Mail, è stata riportata in Italia dall’Huffington Post che spiega come:
Nel 2005 l’incredibile storia di Qian ha catturato l’attenzione dei media grazie alla diffusione di alcune foto che la ritraevano camminare e la bambina è divenuta non solo un modello per i disabili in Cina, ma ha anche offerto l’occasione di discutere del problema della disabilità. Una fortuna per lei, dal momento che grazie alla rilevanza mediatica ottenuta dalla sua storia è riuscita, tramite delle donazioni, a raccogliere una somma sufficiente per recarsi a Pechino e farsi montare un paio di gambe artificiali (24 settembre).
Qian Hongyan from Yunnan, pictured aged 10, lost her legs in 2000 after a car accident that nearly took her life

Qian Hongyan in una foto all’età di 10 anni. Perse le gambe in un incidente stradale nel 2000, quando ne aveva appena 4.

She became the face of disability after a series of images captured her walking with a basketball support
Above, she is aged 16, at the Yunzhinan Swimming Club where she trains daily in different swimming styles

Qui, a 16 anni al Yunzhinan Swimming Club dove tutti i giorni si allena

At 11, the girl talks to a doctor at China Rehabilitation Center in Beijing in 2007 after receiving her new legs
In 2013, Qian Hongyan, 18, prepares for a new set of prosthesis at China Rehabilitation Centre in Beijing
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
cinaparalimpiadi
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni