Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Francesco e Trump, i due “uomini del momento”…trova le differenze

Jeffrey Bruno/Gage Skidmore
Condividi

Entrambi sono considerati uomini indipendenti che sollevano problemi

Di fronte all’imminente visita di papa Francesco negli Stati Uniti, che inizierà il 22 settembre nel bel mezzo del tentativo delle primarie repubblicane di catturare l’attenzione, è difficile non notare strane similitudini tra i due fenomeni: il sostegno di cui gode Trump assomiglia molto a quello che ha investito il pontefice.

Non fraintendetemi. Non sto dicendo che papa Francesco assomigli in qualcosa a Donald Trump.

Il papa è un uomo umile, profondamente radicato nei principi del Vangelo, che vive e predica una vita di semplicità e chiarezza morale.

Donald Trump è un uomo che trae profitto dalla sua immagine spavalda, le cui posizioni sono cambiate radicalmente e che ostenta la sua vita fino all’eccesso.

Per tutto questo, però, la base dei loro sostenitori appare simile da vari punti di vista.

Una similitudine: Entrambi sono considerati uomini indipendenti che sollevano questioni.

Perché Trump è popolare? Nelle sagge parole di Michael Brendan Dougherty, “la gente è attirata da lui perché Trump è un uomo libero. È libero di ignorare le convenzioni della corsa alla politica. È un uomo che non ha bisogno del permesso e resiste fortemente a qualsiasi richiesta esterna relativa al suo comportamento”.

I suoi fan – che includono chiunque, dalle celebrità di YouTube a Tom Brady – sembrano amare il fatto che Trump non sia una marionetta con i fili tirati dal partito, dalla correttezza politica o dai media.

Da un certo punto di vista, papa Francesco è popolare allo stesso modo. Questa settimana Vanity Fair lo ha soprannominato “il papa della gente”, e ha spiegato la sua popolarità come Dougherty ha spiegato quella di Trump:

È un uomo libero. In qualche modo è rimasto fedele a se stesso e al fulcro del messaggio cattolico, ed è rimasto esente dalla pompa del papato, dalla celebrità e dalle aspettative della Chiesa globale”.

La gente ama papa Francesco perché è di se stesso, nonostante la tonaca bianca.

La differenza: Possono essere entrambi “uomini liberi”, ma c’è una grande differenza. La “libertà” di papa Francesco è la libertà dal suo egoismo e per il servizio di altri interessi. La libertà di Donald Trump è la libertà dall’interesse nei confronti degli altri e a favore della propria agenda.

Un libero “servo dei servi di Dio” è una cosa, un Presidente “libero” è un’altra: un uomo forte che può diventare un tiranno se è efficace o un disastroso fallimento se non lo è.

Una similitudine: Nella narrativa dei media, sia Trump che Francesco sembrano esistere in una nube misteriosa illuminata occasionalmente da estratti fiammeggianti di interviste.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni