Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
News

Gruppo britannico promuove embrioni geneticamente modificati

John Burger - Aleteia - pubblicato il 19/09/15

E cosa succede se facciamo dei cambiamenti negli adulti nella forma di miglioramenti? Ad esempio, se si cambiano i muscoli di modo che il corpo umano sia più atletico e si possano avere soldati che potrebbero combattere su un campo di battaglia per molto più tempo senza stancarsi, o se si potessero fare altri cambiamenti che portino a richiedere meno sonno, cambiando qualcosa nel cervello, ecc. Non curare alcuna malattia, ma cercare solo di trasformare gli umani in una sorta di superuomini. Quel documento vaticano sottolinea come questo promuoverebbe una certa mentalità eugenetica. E ci sarebbe anche il pericolo di creare una sorta di stigma sociale nei confronti di quanti non sono stati “migliorati”. In altre parole, se fossimo un superuomo saremmo trattati meglio di un uomo “normale”. Un uomo regolare diventerebbe quindi una specie di sottoclasse.

Penso che il documento dica anche qualcosa su come l’uomo stia prendendo il posto del suo creatore quando compie questi cambiamenti: ora l’uomo sta creando l’uomo in un’altra immagine, un’immagine che ha realizzato lui stesso…

Allo stesso modo, l’ultima categoria che menzionano è il fatto di modificare embrioni e di modificarli in modo tale che i cambiamenti potrebbero essere a portata di mano. Se si potessero effettuare dei cambiamenti sui bambini nell’utero perché il bambino ha una malattia particolare, e si potesse bloccare quella malattia con basso rischio per il bambino e per la madre, allora andrebbe bene, ma se si manipolano embrioni che non si trovano nell’utero ma sono esseri umani creati in laboratorio, si stanno manovrando quegli embrioni e se ne stanno cambiando i geni, questo solleva preoccupazioni significative perché prima bisogna creare questi embrioni… Non è una proposta esente da rischi, come abbiamo detto all’inizio, e molti embrioni umani probabilmente nel percorso diventeranno “vittime”…

L’articolo della BBC fa sembrare che ci possano essere molte cure promettenti all’orizzonte. La preoccupa che la Chiesa possa finire per sembrare come quella che vuole rendere tutti infelici?

Non penso. La Chiesa resta l’unica voce a insistere sul fatto che tutta la scienza debba essere etica. Questo è davvero essenziale. Quando parliamo di quello che dovrebbe essere la scienza, dobbiamo fare il tipo di affermazioni che gli scienziati non vogliono fare, ovvero che ci sono certi tipi di ricerca, certi tipi di attività scientifica, che non dovrebbero mai essere fatti. Basta tenere a mente quello che hanno fatto gli scienziati tedeschi nell’ultima guerra mondiale. Avevano lo stesso approccio quando dicevano: “Guardate, se prendiamo dei prigionieri e li sottoponiamo a temperature molto basse, in fondo se li congeliamo, questo ci darà informazioni per quando i nostri paracadutisti si lanciano sull’oceano e cadono in acqua, ci dirà quanto tempo abbiamo per salvarli. Usiamo quindi i prigionieri per farlo…”

La Chiesa, ovviamente, nella sua saggezza, insiste sul fatto che il progresso deve sempre rispettare la dignità della persona umana, e se non siamo disposti a rispettarla apriamo un vaso di Pandora di terribili abusi di un essere umano sull’altro. Tutte le aree biotech comportano un rischio particolare a questo livello. Per la fecondazione in vitro, l’argomentazione è stata: “È un bene. Stiamo solo dando ai genitori ciò che desiderano, ovvero un bambino, per cui non ascoltate la Chiesa quando dice che non dovreste farlo. Guardate solo al bene che ne deriva”. Tutti ignorano la Chiesa, e ora negli Stati Uniti abbiamo una situazione straziante con un milione di esseri umani congelati intrappolati in orfanotrofi congelati…

Ci saranno sempre persone che dicono che si dovrebbe ignorare la Chiesa, che si dovrebbe guardare solo al fine o al risultato positivo che si sta perseguendo, ma se si fa questo ci sarà un prezzo da pagare. Con gli embrioni geneticamente modificati ci sarà esattamente lo stesso problema. Non penso che ci vorrà molto prima che gli scienziati lo facciano, considerando che ancora esitano un po’ ad avviare conversazioni sostanziali su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bioeticaembrionieugenetica
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni