Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Apple Watch: in che momento inizi ad avere la consapevolezza che sarai padre?

Public Domain
Condividi

Un’applicazione permette di monitorare il battito del feto fin dal primo momento

Quando comincia una nuova vita? La vita è lì fin dal primo momento, ma non si inizia ad essere coscienti della meraviglia di mettere al mondo un figlio fin quando non si verifica il momento magico in cui si ascolta per la prima volta il proprio bambino. La madre in genere “soffre” le conseguenze della gravidanza, i suoi ormoni aumentano e il corpo inizia a cambiare. Lo notano. Ma… Quand’è che un uomo inizia ad avere la consapevolezza che diventerà padre?

In genere è all’ottava o alla nona settimana di gravidanza, quando, grazie a un doppler che amplifica i suoni, si possono iniziare ad ascoltare i battiti del cuore del bambino. La maggior parte dei padri non li sente fino alla visita del primo trimestre. In genere è una cosa che ti coglie alla sprovvista, soprattutto se si tratta del primo figlio. Improvvisamente si inizia a sentire un suono rapidissimo. È un cuore che va a grande velocità e che essendo amplificato sembra arrivare dal più profondo. “Cos’è, dottore?”, si chiede spesso.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=ihv-sIMp3u0%5D

Il medico riderà e non ci sarà bisogno di rispondere. Si tratta di un suono che non è armonia ma che a te sembrerà più bello di qualsiasi sinfonia di Beethoven. Diventerà il suono più bello che tu abbia mai ascoltato. È lì che inizi ad essere consapevole della meraviglia della vita, anche se una nuova vita era già presente molto prima.

C’è già una nuova vita, un nuovo essere che può essere monitorato in ogni momento. E non lo dico io, ma la grande azienda informatica Apple, che ha appena presentato una keynote in cui incorpora ai suoi orologi intelligenti la possibilità di monitorare il battito del feto e della madre separatamente. Si potrà inviare il registro dei dati all’équipe medica e si potranno anche monitorare le contrazioni del parto. Fin dal primo momento si potranno seguire le pulsazioni del feto e si avrà la possibilità di seguire la sua situazione.

Attualmente è un’applicazione medica che può cambiare l’ambito dell’assistenza sanitaria e che permetterà ai medici di essere al corrente della salute dei loro pazienti. In questo caso la salute e le pulsazioni del feto e della madre saranno sempre monitorate, anche se si trovano fuori dall’ospedale. Padri, non illudiamoci. È un’applicazione medica. Non potremo ascoltare e sentire il battito del bambino in ogni momento. Questa è stata e sarà sempre un’esperienza speciale, un regalo esclusivo per le mamme.

 

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni