Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

“James Bond? Un uomo triste e sessista”

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 03/09/15

Parla l'attore Daniel Craig che dipinge la spia più famosa del cinema come una persona sola che compensa col sesso occasionale

Chi non vorrebbe nella vita essere James Bond? Auto di lusso, belle donne, località esotiche, smoking perfetti…chi non amerebbe tutto questo? A quanto pare lo stesso Bond. O meglio il suo alter ego, Daniel Craig che interpreta l’agente segreto più famoso della storia del cinema. In una intervista alla rivista Esquire, il granitico Daniel ha rivelato di essere stufo di interpretare i latin lover britannico ma soprattutto di non amare questo aspetto del personaggio e spiega come egli sia speranzoso che “che la mia interpretazione di 007 non sia sessista e misogina come le precedenti”. “Il mondo – prosegue – è certamente cambiato rispetto al tempo in cui Fleming scrisse i romanzi su James Bond. E io nella vita reale non gli somiglio per niente. Non è possibile cambiarlo radicalmente sullo schermo e allora l’unica cosa che si può fare e mettergli vicino delle grandi attrici e dare loro i ruoli migliori possibili”. Una filosofia condivisa anche dal regista dei film di 007 che hanno Craig come protagonista, il premio Oscar Sam Mendes. Questa filosofia si è concretizzata con la scelta, per il capitolo che uscirà in Italia il prossimo 5 novembre, Spectre, della ormai (splendida) 50enne Monica Bellucci, che sarà a tutti gli effetti la più “matura” tra le Bond-girl, da sempre più giovani del James di turno.

il Cast di Spectre
Sony Pictures
Eon Productions, Metro-Goldwyn-Mayer and Sony Pictures Entertainment announce the 24th James Bond adventure

Secondo Daniel Craig, dietro l’appetito sessuale di 007 si nasconde una vita vuota “La verità è che Bond è fottutamente solo“, sostiene l’attore. “C’è una gran tristezza in lui, si porta a letto belle donne ma poi loro scompaiono, lui invecchia e non mette allegria”. Lui invece è sposato con l’attrice Rachel Weisz, e aggiunge di non essere sicuro di voler interpretare 007 una quinta volta dopo il film che sta per andare nei cinema, nonostante la fama e la ricchezza che gli ha portato: “Al momento propendo per il no, ma vedremo”. Anche se non gli secca più essere identificato con James Bond: “All’inizio pensavo di dover fare anche altri film per dimostrare la mia versatilità, ora ritengo che non sia poi così male essere identificati con Bond e mi limito a cercare di farlo nella maniera più vera, onesta e realistica”. Per i suoi predecessori nella parte non esprime troppa ammirazione: “Non per mancare di rispetto a qualcuno, ma il mio Bond è completamente differente, ha più spessore e significato”.

Tags:
amoredonnefilm
Top 10
See More