Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Stile di vita

Scuola senza gender: primi esperimenti in Italia

© luminaimages/SHUTTERSTOCK

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 25/08/15

Accade in provincia di Siena. Il modello è quello delle homeschooling americane

Una scuola senza lezioni che richiamano all’ideologia “gender”. Si sperimenta nel piccolo borgo di Staggia in provincia di Siena. A promuoverla è lo stesso parroco che qualche tempo fa lanciò l’iniziativa del bonus bebè per le famiglie cattoliche con tre figli.

UNA MAESTRA E ZAINI LEGGERI
Don Stefano Bimbi si è fatto promotore di una delle prime scuole di ‘Alleanza parentale’ in Italia, sia elementari che medie. I bambini avranno una sola maestra, non saranno più di 10 per classe, andranno a lezione solo al mattino, zaino leggero e niente compiti a casa. Unico peso, alla fine di ogni anno scolastico, l’esame da privatista. Tuttavia è proprio l’assenza di temi ‘gender’ dai programmi della scuola a richiamare l’attenzione. «E’ solo un aspetto, non è l’unico, anche se capisco che possa colpire», spiega don Stefano (Ansa.it, 19 agosto).

CHIAREZZA SULL’IDENTITA’ SESSUALE

«La nostra – illustra sempre il parroco – sarà una scuola dove non confonderemo gli alunni sulla loro identità sessuale, che è quella data per natura: chi nasce maschio è tale, e così chi nasce femmina. E così cresceranno, senza forzature. Il sesso non si sceglie, è quello avuto dalla natura».

L’OMBRA DEL GENDER

Come spiega la coordinatrice del gruppo Giulia Pieragnoli, si vuol porre un argine nel momento in cui «la teoria del Gender entrerà a pieno regime nel sistema scolastico statale, e diventerà materia obbligatoria anche nelle scuole paritarie cattoliche…» (La Repubblica, 19 agosto). Dunque, tutti d’accordo? «Sì, non ho segnali contrari – dice don Bimbi sempre all’Ansa -. Noi al momento abbiamo iscritti una trentina di studenti su due classi di elementari e due di medie per l’anno scolastico 2015-2016».

IL MODELLO AMERICANO

Per la scuola di alleanza parentale non serve né l’autorizzazione dello Stato, né della Curia. Sono i genitori, sul modello americano dell’homeschooling, che autogestiscono la scuola per esercitare il loro diritto e dovere di educare i figli, ritenendo non delegabile ad altri la funzione educativa che la Costituzione affida loro (http://www.alleanzaparentale.it).

APERTA AI NON CATTOLICI

«Una scuola aperta a tutti», comunque, «anche ai non cattolici», aggiunge don Stefano, ricordando che serviranno pochi soldi di contributo «grazie all’autogestione dei genitori, al volontariato degli insegnanti e alle sale gratuitamente messe a disposizione dalla parrocchia». Si paga una retta di 150 euro mensili, venendo incontro alle esigenze delle famiglie meno abbienti. 

IN ESPANSIONE IN ITALIA

Oltre a Staggia, le “scuole di Dio” (così le ha battezzate La Repubblica) attive per l’anno 2015/2016 apriranno nella parrocchia di Sant’Ignazio di Loyola a Padova, a Schio, in provincia di Vicenza, a Verona. Mentre altri gruppi sono pronti a Bari, Palermo, Monza, Brescia. Proprio in Veneto è nata la Finp, Federazione nazionale scuole parentali, il cui fondatore, Luigi Bianchi Cagliesi assicura: «Nelle lezioni di religione niente temi sociali, soltanto catechismo…» (Il Gazzettino, 20 agosto).

LE MATERIE DI INSEGNAMENTO

Cosa si insegnerà, dunque, nelle scuole parentali? Italiano, matematica, scienze e anche un po’ di lingue straniere: tedesco, oltre all’inglese. «Faremo anche musica — prosegue Bianchi Cagliesi — elemento fondamentale della nostra cultura italiana, dimenticato dalla scuola pubblica. Ma in generale la modalità d’insegnamento sarà molto diversa anche nelle materie tradizionali. Ci saranno tempi meno dilatati e meno libri: una volta si faceva tutto con il sussidiario e un’antologia per la lettura» (Corriere della Sera, 18 agosto).

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
ideologia genderscuola
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni