Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconStile di vita
line break icon

Qual è il peccato senza piacere che ha già in sé il suo castigo?

DJTaylor

Dimensione Speranza - pubblicato il 12/08/15

L’aspetto fondamentale dell’invidia è la sofferenza. L’invidioso patisce della sua mancanza, si angoscia e sta male: è un peccatore che, mentre pecca, già subisce il castigo del peccato. In effetti, l’invidia è uno strano peccato perché non procura alcun piacere. Se l’avarizia dona il piacere del possesso, la lussuria il piacere dei sensi, l’ira il piacere della vendetta, e così via, l’invidia è peccato senza piacere. «Tormento senza refrigerio, malattia senza medicina, fatica senza respiro, pena continua», questa è l’invidia secondo Alano di Lilla. O forse è un meccanismo di difesa con cui l’invidioso cerca di proteggere la propria identità (fragile) che sente minacciata da colui che egli invidia. Dal punto di vista psicologico, l’invidia si insinua nel bisogno di riconoscimento che ci è necessario per essere noi stessi.

Sebbene sia una sofferenza interiore e celata nell’animo, l’invidia traspare somaticamente sul volto dell’invidioso. Ancora Gregorio Magno annota con finezza: «Quando l’invidia vince e corrompe il cuore, lo stesso aspetto esteriore indica che grave pazzia scuota l’animo. Il viso diventa pallido, gli occhi guardano basso, la mente si riscalda, e le membra si raffreddano, i pensieri diventano rabbiosi, i denti stridono; e mentre nel segreto del cuore si nasconde l’odio crescente, la ferita racchiusa tortura con cieco dolore la coscienza. Non si trova più gioia nelle cose proprie, perché la mente si logora nella sua pena, nata dalla felicità altrui» (Gregorio Magno, Moralia V 85).

L’invidia agisce sul corpo sottraendogli vigore, forza, colore, movimento, gioia.

L’invidia è dunque il dolore per il bene degli altri, è una sofferenza causata non da un male, ma da un bene. E’ il ritenere un male per sé il bene dell’altro: l’invidioso perverte il bene in male. In questo egli non ci vede bene (in-videre). L’invidia si nutre di paragoni, e avviene tra persone vicine (nella Bibbia spesso si tratta di fratelli), simili, che possono aspirare agli stessi livelli di eccellenza.

L’invidioso è un frustrato, un deluso nella sua aspirazione. In realtà egli non ha un buon ed equilibrato amore di sé. O si ama troppo o si ama troppo poco. Una buona e giusta autostima è dunque buon rimedio al male dell’invidia.

L’invidia, poi, è potenzialmente illimitata: tutto può essere occasione di invidia. Scrive Basilio in una sua omelia sull’invidia:
«Il vicino possiede un campo fertile? La sua casa è piena di ogni comodità? Non gli mancano nemmeno i piaceri dell’animo? Questo alimenta la malattia dell’invidioso e accresce il suo dolore poiché egli è simile a un uomo nudo che tutti possono colpire. Un tale è forte e robusto? Di bella presenza? L’invidioso ne è ferito. Un altro è elegante? Ecco un’altra piaga per l’invidioso. Un altro eccelle per le sue doti morali? Un altro è ammirato ed emulato per prudenza ed eloquenza? Un altro ancora è ricco, munifico nelle largizioni e nelle elemosine verso i poveri e molto lodato da coloro che ha beneficato? Queste sono tutte piaghe e ferite che colpiscono l’invidioso in pieno cuore».

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
peccatovizio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni