Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Mio marito è pornodipendente…vi spiego come scoprirlo

Questions Aleteia

Orfa Astorga - pubblicato il 05/08/15

Mio marito è un essere triste e senza speranza, la sua autostima, la sua allegria, la sua spontaneità, la sua sicurezza per prendere decisioni e relazionarsi… tante qualità che aveva sono ormai seppellite.

Il mio matrimonio è in frantumi.

Chi fa, produce o consuma pornografia facendo un uso errato dei media stampati e audiovisivi sta violando il diritto alla privacy del corpo umano nella sua natura maschile e femminile, riducendolo a un oggetto anonimo destinato alla perversione.

Ciò che è in gioco è l'offerta per ottenere una gratificazione concupisciente che ecciti gli istinti umani fondamentali, che portano a commettere atti contrari alla natura e alla dignità dell'essere persona.

Una delle conseguenze è un grave calo dell'autostima per il fatto di assumere atteggiamenti patologici che non vengono riconosciuti, inducendo le persone coinvolte a giustificarsi.

Per il pornodipendente, è una droga che richiede dosi sempre maggiori, che interferisce direttamente sul suo sviluppo psicologico e morale, facendogli perdere il senso della bontà o della malvagità dei suoi atti. Si trova gravemente impedito a stringere vincoli profondi di vera donazione e impegno nell'autentico amore umano, è un essere disintegrato.

La pornografia disprezza il valore umano della sessualità ordinata al matrimonio, perverte i rapporti tra le persone e sfrutta gli individui, soprattutto le donne e i bambini. È un cancro che danneggia la fibra della società indebolendo le coscienze che l'accettano gradualmente.

La gran proliferazione di questo cancro obbedisce a un mercantilismo in cui il fine giustifica i mezzi, un fine e dei mezzi pervertiti che usano le persone senza curarsi del danno che arrecano loro.

È qui il business delle mafie di questo male: ottenere una depersonalizzazione e produrre una massa di consumo, di decisioni di bassa qualità. Una massa schiava di poteri economici che nel loro egoismo materialista sono incapaci di misurare la portata del danno.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
pornografia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni