Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 02 Marzo |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

L’«Ironman» dei pellegrinaggi cristiani

web-bodybuilder-superman-usaf-samuel-king-jr-cc – it

USAF/Samuel King Jr CC

Pildorasdefe.net - pubblicato il 05/08/15

La visione del Purgatorio di San Patrizio. Ti piacerebbe visitarlo?
Il Purgatorio di San Patrizio è catalogato popolarmente come l'"Ironman dei pellegrinaggi cristiani" e accoglie circa 15.000 visitatori all'anno. Situato in una piccola isola in mezzo a un lago irlandese chiamato Lough Derg, è un tipico luogo di pellegrinaggio della storia del popolo irlandese.

La storia del Purgatorio di San Patrizio risale al V secolo, quando, in base ai testi antichi, dopo che San Patrizio ebbe una disputa con i druidi e li sconfisse, Dio gli concesse la grazia di vedere attraverso questa grotta il Purgatorio e i castighi che vi soffrivano le anime penitenti.

L'isola è rimasta come luogo di pellegrinaggio per molti secoli, e la preghiera, la conversione e la riparazione dei peccati sono l'asse fondamentale dei cristiani che vogliono visitarla. Malgrado le notti freddi, la fame e le zanzare, le persone dicono di uscire da lì completamente ringiovanite. Solo poche persone decise, molto devote e coraggiose svolgono il pellegrinaggio per conto proprio, e la maggior parte di quelle che lo compiono in genere torna l'anno successivo.

Il pellegrinaggio dura 3 giorni e implica un digiuno molto rigoroso (sono permessi solo pane, acqua, tè e caffè). Per questo motivo, non è raccomandato ad anziani o persone malate. L'isola si raggiunge su un'imbarcazione, e i pellegrini devono togliersi le scarpe e rimanere scalzi durante tutto il soggiorno. Ci sono alcune restrizioni a livello di età e di condizioni fisiche.

Il sito web locale di Lough Derg promuove il pellegrinaggio come “il più duro di tutta l'Europa, forse anche di tutto il mondo cristiano”.

Ecco un estratto del regolamento che viene consegnato ad ogni pellegrino per rispettare tutte le regole dell'isola:

Ammissione: Per essere ammessi, i pellegrini devono essere decisi a compiere tre giorni di pellegrinaggio e penitenza. In questi giorni devono essere disposti a rimanere scalzi e a seguire le regole del digiuno. Devono avere almeno 15 anni di età ed essere in grado di camminare e di avanzare in ginocchio senza l'aiuto di nessuno. Devono anche essere esenti da malattie che impediscano loro di compiere il digiuno. Sono raccomandati indumenti pesanti e da pioggia.

A Lough Derg non è permesso tenere:
Alcun tipo di cibo, né di dolci, né di gomme da masticare.
Alcun tipo di bevande, alcoliche o analcoliche.
Macchine fotografiche, telefoni cellulari, radio, walkman.
Strumenti o giochi musicali.
Articoli e letteratura da leggere o distribuire.

Check in e accoglienza:
Arrivo alla reception.
Togliersi le calzature.
Prendere i vestiti che si useranno.
Andare alla Basilica di San Patrizio e usare uno degli armadietti se si desidera riporre le proprie cose.

Digiuno:
Il digiuno inizia alle 0:00 (mezzanotte 12:00 am) del primo giorno e termina alle 12.00 del terzo giorno.
Per tre giorni deve essere osservato il digiuno completo da cibo e bevande.
In caso di necessità e avanzando la richiesta dovuta si può chiedere una volta al giorno una tazza di tè o caffè e un pezzo di pane secco.
Acqua e medicinali prescritti sotto ricetta sono permessi in ogni momento.

Esercizi di pellegrinaggi:
Durante i tre giorni devono essere completate nove stazioni.
I pellegrini realizzano dalla stazione 4 alla stazione 7 insieme nella Basilica.
I pellegrini devono riunirsi nella Basilica per la Liturgia e per la preghiera quando suona la campana.

La Veglia (dalle 10:00 pm del primo giorno alle 10:00 pm del secondo giorno) è l'esercizio centrale di penitenza di tutti i pellegrini e richiede che ogni pellegrino rimanga completamente sveglio e in piedi per almeno 24 ore. Se qualcuno viene sorpreso mentre cerca di dormire la prima notte, gli altri pellegrini che sono svegli o gli stessi organizzatori possono pungerlo con aghi o con pietre affilate.

Orari:

Primo giorno
12:00 am Mezzanotte. Inizia il digiuno (i pellegrini devono arrivare in anticipo per essere pronti a quell'ora).
11:00 am Iniziano le stazioni. Completate tre stazioni prima delle 9:15 pm
6:30 pm Santa Messa di inaugurazione.
9:20 pm Preghiere della notte e benedizione.

La veglia (fino al secondo giorno)
10:15 pm Introduzione alla Veglia.
11:45 pm Rosario.
12:30 am Quarta Stazione.
2:00 am Quinta Stazione.
3:30 am Sesta Stazione.
5:00 am Settima Stazione.
6:30 am Santa Messa del mattino.
8:30 am Confessioni seguite dall'ottava stazione.
12:00 pm Mezzogiorno. Rinnovamento delle promesse battesimali.
3:00 pm Recita della Via Crucis.
6:30 pm Messa pomeridiana.
9:00 pm Preghiere della notte.
10:00 pm Conclusione della Veglia

Terzo giorno
6:00 am Sveglia.
6:30 am Messa di chiusura.
7:30 am Nona Stazione.
9:45 am Partenza in barca.

Il digiuno continua fino alla mezzanotte del terzo giorno.

Lo crediate o no, l'isola continua ad essere un luogo di penitenza molto popolare, e nella maggior parte dei casi molto ambito. Vi è venuta voglia di provarlo?

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
pellegrinaggio
Top 10
See More