Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’autrice di Harry Potter e la fede cristiana

© Daniel Ogren CC
https://www.flickr.com/photos/fast50/4513125422/in/photostream/
Condividi

La Rowling disse una volta che i riferimenti religiosi sono stati sempre ovvi per lei,

Dopo la pubblicazione del suo ultimo libro – Harry Potter e i doni della morte – il Telegraph riportò un’intervista che J K Rowling rilasciò in America, dove la famosissima scrittrice decise finalmente di parlare dello sfondo religioso dei suoi libri e della sua esperienza personale .

J K Rowling disse che i riferimenti religiosi sono stati sempre ovvi per lei, ma che non ne ha mai voluto parlare troppo apertamente. Questo è una delle caratteristiche di Harry Potter che più mi piace, perché il modo migliore e più efficace per comunicare un messaggio importante è non parlarne con troppa chiarezza …

 

La Rowling disse anche che le due citazioni bibliche incise sulla tomba dei genitori di Harry Potter riassumono e quasi rappresentano tutta la serie. Perché? La prima citazione è tratta dalla Prima lettera di San Paolo ai Corinzi (cap. 15, versetto 26) : l’ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte. Per quanto riguarda la fede nella vita dopo la morte, la Rowling confessa di stare ancora lottando con l’idea di una vita ultraterrena e che la possibilità di una vita dopo la morte la turba molto. Può darsi che scrivere libri come Harry Potter sia un modo per esorcizzare la paura della morte, per assicurare se stessa che la morte non è la fine di tutto …

La seconda citazione è tratta dal Vangelo di Matteo (cap. 6, vers 19-21): Perché dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il tuo cuore. Il racconto a poco a poco rivela le motivazioni interiori dei suoi personaggi principali, se essi lottano contro il male o se sono invece partigiani delle tenebre. In questo modo, il racconto rivela anche quale sarà il loro destino, se positivo o negativo a seconda delle loro azioni. Probabilmente è questo il senso delle parole di J K Rowling quando diceche le citazioni bibliche, in particolare la seconda, riassumono … tutta la serie. Ognuno infatti, aldilà delle magie, è in gran parte responsabile del proprio destino … anche di quello finale!

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni