Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Hanno adottato le 4 figlie di un’amica vittima del cancro e…

Facebook Laura Ruffino
Condividi

Trovare lo spazio per vivere insieme in casa richiede qualche sacrificio, ma la famiglia si è rafforzata e l'amore si manifesta

Dare è ricevere, recita il detto popolare, e per la famiglia di Rico e Laura Ruffino, di Buffalo (Stati Uniti), questo ha significato una famiglia grande il doppio.

Quando a Elizabeth Diamond è stato diagnosticato un tumore cerebrale al quarto stadio, la sua paura più grande era per il futuro e il benessere delle quattro figlie. Elizabeth – madre single di Lilyan, Ella, Samona e Tara, tra i 5 e i 12 anni di età – temeva che morendo avrebbe lasciato le figlie senza alcuna protezione.

“Quando la madre delle bambine stava morendo, le ho fatto due promesse”, ha detto Laura Ruffino, 41 anni, al Daily News. “Le ho detto che avremmo parlato di lei tutti i giorni e che le sue figlie avrebbero saputo di lei per ricordarla sempre, e le ho detto che in qualche modo avrei fatto sì che ciascuna avesse una stanza personale”.

Laura ed Elizabeth si sono conosciute quando avevano 5 anni, sono diventate migliori amiche e sono cresciute insieme a Buffalo.

Con il tempo, le due amiche sono diventate madri di bambine, Elizabeth di quattro e Laura di due – Gracia, di 12 anni, e Isabel, di 13.

Di fronte all’imminente realtà della sua partenza, Elizabeth si preoccupava delle figlie. È stato allora che Laura e Rico hanno deciso di aiutarla. Nell’aprile scorso, la famiglia Ruffino ha avviato l’iter legale per adottare le sorelle Diamond.

Mantenere la promessa di prendersi cura delle figlie di Elizabeth è stata facile, ha detto Laura. Trovare lo spazio per vivere tutti insieme nella loro casa di Orchard Park, a New York, richiede invece qualche sacrificio.

Le figlie dei Ruffino hanno dato due stanze alle sorelle Diamond, per cui le sorelle adottate di recente possono dormire l’una accanto all’altra.

Isabel ora dorme in una cabina armadio nella stanza dei genitori, mentre Gracia ha fatto dell’ufficio della madre la sua nuova stanza, e ora l’ufficio si trova nella sala.

“Facciamo sì che funzioni”, ha detto Laura. “Ogni giorno”.

Per Laura il sostegno del marito è fantastico: “a mio marito non importa di essere superato da sette donne, è il papà migliore, è meraviglioso”, ha detto.

La famiglia progetta di ampliare la casa.

“Potremmo ricavare delle stanze per le ragazze nel garage, e forse una sala giochi in soffitta”, ha detto Laura. “Il mio progetto è mantenere la promessa che ho fatto alla madre delle bambine”.

Quando la notizia della sua difficile situazione ha iniziato a circolare, le imprese locali si sono offerte di donare il lavoro se i Ruffino riusciranno a comprare i materiali necessari.

Il Centro Benessere di Buffalo, del cui consiglio direttivo faceva parte Elizabeth Diamond, ha creato una pagina di raccolta fondi che ha già ricevuto più di 5.000 dollari per le bambine.

“Sono sorpresa dall’amore e dalla generosità che stiamo ricevendo”, ha detto Laura. “Sento che Liz mette la mano in tutto questo e come famiglia siamo semplicemente sempre più forti”.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
adozione
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni