Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 08 Maggio |
Santa Maddalena di Canossa
home iconNews
line break icon

«Dio ti benedica». L’omaggio di Eminem al suo “maestro” Tupac

© Public Domain

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 17/07/15

Il celebre rapper scrive ad Afeni, madre di Tupac, assassinato nel 1996

Una benedizione fatta con il cuore. Affidare a Dio l’artista che gli ha ispirato la carriera, quel Tupac Shakur ucciso in un agguato nel 1996.

E una preghiera per sua madre Afeni, che dopo l’assassinio del figlio ebbe la forza di fondare la "Tupac Amaru Shakur Foundation", un’associazione senza scopi lucrativi per l’aiuto e il sostegno delle famiglie povere e dei giovani afroamericani per allontanarli dalla realtà delle bande di strada.

Così Eminem, il rapper più celebre al mondo, ha voluto rendere omaggio a Tupac, in una lettera piena di emozioni indirizzata proprio ad Afeni. La lettera è stata riportata alla luce dal "Tupac Amaru Shakur Center for the Arts" in Georgia anche se era già comparsa nel 2008 all’interno del libro “Tupac Remembered” (Panorama, 16 luglio).

Non una dedica come un’altra. Eminem in questa lettera, scritta a mano, dice alla madre di Tupac: «Non dimenticherò mai le opportunità che mi hai dato. Sarai sempre nel mio cuore, nei miei pensieri e nelle mie preghiere. Come ho detto prima, non hai idea di quanto tuo figlio e la sua musica mi abbiano ispirato, non solo il mondo dell’”Hip-Hop”, ma, parlando di me, ha ispirato tutta la mia carriera. Grazie per per averci dato il suo spirito ed il tuo! Dio ti benedica!».

Già da qualche anno Eminem aveva annunciato di essersi avvicinato alla religione, in particolare a quella cristiana evangelica. Annunciando di pregare spesso e di aver letto la Bibbia. «Sicuramente prego molto di più rispetto a prima. Non mi sento come se fossi una pazza religiosa e stravagante. Ma io credo in Dio questo è certo». «Nei miei testi esprimo i miei pensieri, ho letto la Bibbia per la prima volta. So cosa Dio rappresenta» (Gazzetta dello Sport, 10 gennaio 2013). 

Tags:
musica rap
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
3
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
4
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni