Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 01 Dicembre |
Sant'Andrea
home iconChiesa
line break icon

Dove si parla nella Bibbia del celibato sacerdotale?

Father Lawrence Lew, OP-cc

John Martignoni - pubblicato il 07/07/15

Facciamo chiarezza...

Domanda: Dove si parla nella Bibbia del celibato sacerdotale? Ho un amico che dice che la Chiesa cattolica va contro la Bibbia richiedendo il celibato per i suoi sacerdoti.

Risposta: Ci sono due passi principali delle Scritture a cui mi riferisco per sostenere l’insegnamento della Chiesa sul celibato sacerdotale. Il primo è Matteo 19, 12: “Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre; ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini, e vi sono altri che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca”.

Quando Gesù dice che ci sono uomini che “si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli”, parla a livello figurato, non letterale. Si riferisce a coloro che vivono una vita di celibato per servire meglio il regno dei cieli. Chi sappiamo che mette in pratica queste parole di Cristo? Chi sappiamo che ha fatto voto di celibato – si è reso eunuco – per il bene del regno dei cieli? I ministri battisti? I ministri evangelici? I sacerdoti episcopali? No, no e no. Senza offesa per i ministri menzionati, i sacerdoti cattolici sono gli unici che conosco a mettere in pratica queste parole particolari di Gesù.

In Matteo 19, 12 vediamo Gesù Cristo dire qualcosa che si applica direttamente ai sacerdoti cattolici, per cui la disciplina del celibato sacerdotale – ed è una disciplina, non una dottrina – è realmente biblica.

L’altro passo della Scrittura che menziono a sostegno del celibato sacerdotale è 1 Corinzi 7, 32-33: “Io vorrei vedervi senza preoccupazioni: chi non è sposato si preoccupa delle cose del Signore, come possa piacere al Signore; chi è sposato invece si preoccupa delle cose del mondo, come possa piacere alla moglie, e si trova diviso!”

Paolo ci sta dicendo che si può servire al meglio il Signore, e il Suo popolo, rimanendo non sposati. Non significa che non si possa servire il Signore se si è sposati, ma piuttosto che si può essere più concentrati nel servire il Signore se non lo si è. È semplicemente una questione di senso comune il fatto che quando una persona è single ha più tempo per occuparsi degli affari del Signore di quanto ne abbia quando è sposata, e sicuramente quando è sposata e ha figli. L’uomo sposato, come dice Paolo, si preoccupa delle cose del mondo e i suoi interessi sono divisi.

Nella prima Lettera ai Corinzi abbiamo quindi un altro passo biblico che sostiene la pratica del celibato sacerdotale. Quanto a chi si oppone alla pratica della Chiesa cattolica a questo proposito dicendo che non è biblica, ciò che fa in realtà è mostrare la propria mancanza di conoscenza circa ciò che dice realmente la Scrittura.

Vale anche la pena di notare che una vita di celibato – sacerdotale o di altro tipo – è un segno che punta all’aldilà. E come si dice in Matteo 22, 30, “alla risurrezione infatti non si prende né moglie né marito, ma si è come angeli nel cielo”. L’esempio di celibato che ci viene dato dai nostri sacerdoti è quindi un presagio della vita che ci attende.

John Martignoni è un apologeta cattolico e studioso della Bibbia. È fondatore e presidente della Bible Christian Society, dove si può trovare una gran quantità di materiale apologetico – CD, mp3 da scaricare, e-newsletter e altro – e ospite del programma di EWTN “Open Line”.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bibbiacelibato sacerdotale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
LOURDES
Il Cattolico
Novena preparatoria all'Immacolata Concezione...
ANGEL
Philip Kosloski
A cosa assomigliano i nostri angeli custodi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni