Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

10 modi per superare paura e ansia

© Petrenko Andriy/SHUTTERSTOCK
Condividi

Un passo alla volta!

Becky Roach

Lo ammetto. Guardare un film con me può essere irritante. Non appena inizia, cerco di capire chi sia il cattivo o quale sia la trama. Spesso ci indovino. Non è l’abitudine più brutta che ho, ma continuate a leggere per vedere come ha iniziato a influenzare la mia vita quotidiana.

Prima di vivere davvero la mia fede, ero una ragazza spensierata. Tutto è cambiato poco dopo aver reso noto che stavo seguendo Cristo. Le richieste di preghiera hanno iniziato a fioccare. Sembrava che chiunque avesse qualcuno o qualche situazione che aveva bisogno delle mie preghiere. Non fraintendetemi. Mi piace molto trascorrere del tempo pregando per le persone, e sono felice di servire in questo ministero necessario come un guerriero della preghiera per i miei amici e i miei familiari, ma non era una buona combinazione – tutte le cattive notizie che arrivavano, sentir parlare dei cristiani chiamati a soffrire e la mia abitudine di indovinare la fine dei film. Sapevo che sarei stata chiamata alla sofferenza perché tutti i cristiani soffrono, ma non sapevo come sarebbe stato esattamente e ho cercato di capirlo. La mia vita è diventata il film, e io cercavo costantemente di indovinare il finale.

Mi veniva chiesto di pregare per un bambino con il cancro e all’improvviso iniziavo a chiedermi se mio figlio (che aveva un semplice raffreddore) lo avesse. Sentivo di una famiglia la cui casa era andata in fiamme e controllavo le batterie di tutti i miei allarmi contro il fuoco. Due volte. Ogni sera. Un amico mi ha raccontato la storia di un bambino morto soffocato da un chicco d’uva e l’uva è stata bandita dalla nostra casa. Ogni volta che avevo un mal di testa pensavo di avere un tumore. Quando mio marito ritardava di qualche minuto pensavo che fosse morto in un incidente automobilistico. La lista di cose che pensavo potessero andare male era infinita. Ora sembra sciocco, ma nel mezzo di tutta quella situazione la paura era paralizzante. L’ansia e la preoccupazione consumavano la mia mente e i miei giorni. Il demonio stava rubando la mia pace e la mia gioia.

Il Signore sapeva che avremmo sofferto di questo tipo di ansia. Non sentiamo dire al sacerdote in ogni Messa “Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni e con l’aiuto della tua misericordia saremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza che venga il nostro Signore Gesù Cristo”? Egli ci dà le grazie e la forza necessarie a superare le nostre paure.

Dobbiamo decidere di essere persone che attendono con una speranza gioiosa piuttosto che sprofondare nella paura e nell’ansia. Possiamo farlo solo riponendo la nostra fiducia nel progetto perfetto di Dio per la nostra vita. Sono ancora molti i giorni in cui la paura si riaffaccia nella mia mente. So che non è lo Spirito Santo a portare quei pensieri negativi e quelle preoccupazioni nella mia vita. Per questo, ho predisposto un piano di battaglia. Qui sotto troverete le cose che ritengo utili per mantenere gioia e pace. Mi piacerebbe che condivideste le vostre strategie nella parte riservata ai commenti!

1. Memorizzare la Scrittura. – “La parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore” – Ebrei 4, 12. Quando vengo sopraffatta dai miei pensieri, devo sostituirli con la Parola di Dio. Aiuta sapere qualche versetto a memoria per ripeterselo mentalmente (e a volte a voce alta!). Se non ne sapete nessuno a memoria, portate con voi una Bibbia o guardate dei versetti sul vostro cellulare. Ecco alcuni dei miei preferiti: Salmo 46, 10, Geremia 29, 11, Salmo 56, 3, 2 Timoteo 1, 7, Giovanni 14, 27

2. Cantate una canzone.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni