Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 21 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconNews
line break icon

Tra riciclo alimentare e parrocchie “incubatrici”, così avanza la solidarietà 2.0

© Public Domain

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 25/06/15

A Roma la sei giorni dedicata al "no profit" «per tornare ad una cooperazione autentica, riconoscendo i propri errori»

Una piazza che ricerca soluzioni concreti e che vuole essere fortemente innovativa. E' quella che in questi giorni sta alimentando la festa della Solidarietà, in programma a piazza San Giovanni a Roma fino al 29 giugno (In Terris, 23 giugno).

RITROVARE IL "BUONO"
«Ritrovarsi». E’ questa la parola che più di tutte racchiude il senso e le motivazioni dell'evento. «Ritrovarsi come comunità di Roma, senza vessilli ideologici preconfezionati», dice Giorgio Benigni, presidente dell’associazione culturale Lumen gentium onlus che, insieme alla diocesi di Roma e con la partecipazione di tante realtà e associazioni, organizza l’iniziativa. E «scoprire ciò che la gente fa, ad esempio il birrificio dei detenuti o i servizi delle Acli nel loro lavoro continuo di interazione con le istituzioni. Portare alla luce ciò che di buono e di creativo c’è» (Redattore Sociale, 20 giugno).

SOLIDARIETA' E CREATIVITA'
Ritrovarsi vuol dire anche «rinascita intellettuale e morale, in risposta all’appello del Papa – spiega Benigni – Non solo buon cuore, c’è bisogno di inventiva, di competenze, di inventarsi forme nuove. Per fare il bene bisogna saperlo fare». La parola «creatività» è dunque il filo conduttore della "sei giorni" iniziata il 24 giugno.

IL RECUPERO DEL PANE
Tra i progetti di "solidarietà-innovativa", il presidente di Lumen gentium onlus cita ad Aleteia progetti di riciclo alimentare, come quello attivato dall'Acli Roma con il progetto "Pane a chi serve". I volontari recuperano dai panifici convenzionati pane e prodotti da forno “del giorno prima”, non più destinabili alla vendita, mettendoli a disposizione delle associazioni che sostengono le povertà e crea una rete di sostegno del territorio potenziandone le risorse.

IL PRESTITO PER IL PASTIFICIO
O ancora, Benigni fa l'esempio del pastificio avviato da un gruppo di ragazzi di Gragnano, in provincia di Napoli. Grazie al progetto Policoro, all'aiuto della diocesi di Sorrento-Castellammare e al sostegno concreto della parrocchia con il progetto “Gesti di fiducia solidale” (prestito ai giovani imprenditori, da parte della parrocchia stessa e delle famiglie vicine ad essa, di circa 100mila euro ndr) sono riusciti a racimolare i 330mila euro necessari ad avviare la loro attività.

PARROCCHIA-INCUBATORE
«L'idea di prestare i soldi a questi ragazzi da parte della parrocchia – puntualizza l'organizzatore della Festa della Solidarietà di Roma – è sicuramente singolare ed efficace. La parrocchia si sostituisce alle banche, avvolte ancora nella crisi, che non avrebbero mai potuto offrire liquidità a quei giovani. E in questo modo diventa una sorta di "incubatore sociale di imprese". Il rapporto è basato sulla fiducia, il prestito di una parte della somma per avviare l'attività è rivolto a giovani che sono cresciuti in parrocchia».

GLI ERRORI DEL "NO PROFIT"
Nella piazza romana, «che cerca soluzioni concrete», non è tutto oro quello che luccica. «Il no profit è un mondo fatto anche di ombre – osserva Benigni – è un mondo che ha commesso anche degli errori e deve ripensarsi. E riconsiderare il proprio ruolo nell'economia e nella società. Il senso di questa festa è cominciare un percorso con tutta l'umiltà possibile per ritornare ad una solidarietà e una cooperazione autentica. C'è una radice buona e positiva e il senso della festa è di far sì che essa emerga».  

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
7
DON DAVIDE BAZZATO
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: ho desiderato un figlio, ma ho scelto la cast...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni