Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStile di vita
line break icon

Che cosa ci insegna il Cristo “verde” del terzo millennio?

<a href="http://www.shutterstock.com/pic.mhtml?id=220532635&amp;src=id" target="_blank" />Outdoor Statue of Jesus with Open Arms</a> © Benoit Daoust / Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 24/06/15

Jean ed Helene Bastaire spiegano in un volume i "consigli" del Signore per salvaguardare il Creato

Che cosa ci insegna il Cristo “ecologista” del XXI secolo? Come si fa a far prevalere la salvaguardia del Creato ai ritmi imposti dalla finanza mondiale e del denaro? Lo spiegano Jean Bastaire ed Hélène Bastaire in "Per un Cristo verde. L'ecologia umana contro l'idolatria del denaro" (Emi edizioni). Un volume tanto più attuale dopo l'Enciclica "Laudato Si" di Papa Francesco.

LA CONVERSIONE ECOLOGICA
È stato papa Wojtyla a parlare esplicitamente di una «conversione ecologica» e, in numerosi messaggi troppo poco conosciuti, ha richiamato tutti gli uomini e in particolare i cristiani a metterla in pratica. Oggi, spiegano Jean ed Helen Bastaire, Il Cristo "verde" non ha ancora i discepoli che desidera e che Giovanni Paolo II ha convocato attraverso l’invito alla conversione.

LE PAROLE DI BENEDETTO XVI
Un invito seguito anche dal suo successore Benedetto XVI, del quale si ricorda l’affermazione scritta già quand’era cardinale e prefetto della Congregazione per la dottrina della fede: «Mi pare chiaro che anche noi dobbiamo recuperare questo sguardo cosmico, se vogliamo tornare a comprendere e vivere l’avvenimento cristiano in tutta la sua ampiezza e profondità».

UN CRISTO COSMICO
Le caratteristiche del Cristo "verde" sono quelle di un Cristo cosmico, colui che l’apostolo Paolo ha proclamato non soltanto agli uomini, ma a tutte le cose sotto il cielo e sulla terra, obbedendo all’ultimo comandamento del Signore il giorno della sua Ascensione: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura» (Mc 16,15).

LOTTA ECOLOGISTA E NON "AFFARI"
Il Cristo "verde" ammonisce i cristiani di essere troppo spesso tributari di una concezione utilitaristica della natura che si esaurisce interamente nell’uomo. Nei propri affari la creazione non ha voce in capitolo. La prospettiva con cui i cristiani oggi si accostano all’ecologia dovrebbe manifestarsi nel vederli militare numerosi contro l’effetto serra, il riscaldamento climatico, la scomparsa delle foreste, la contaminazione del suolo, l’esaurimento delle acque, la riduzione delle biodiversità. 

LA DIGNITA' DI OGNI CREATURA
Un cristiano che si interessa di ecologia è qualcuno che si riconosce fratello di tutte le creature, ciascuna nel suo rango e secondo la funzione assegnata dal Creatore. Questo cristiano non le mette tutte sullo stesso piano. La diversità che attribuisce loro non si limita alle modalità della loro incarnazione, ma accetta una gerarchia nei loro ruoli. Esse hanno tutte la stessa dignità, non la stessa responsabilità. Soltanto l’uomo ha una responsabilità ponderata e deliberata. La responsabilità delle altre creature è legata al fatto che tutte rispondono, tutte donano qualche cosa.

L'ANIMA MALATA DEL MONDO
Il Cristo "verde" non denuncia la società del consumo e il consumismo come se incolpasse le cattive maniere e un uso dissennato delle ricchezze di questo mondo, che un buon istinto di conservazione e una sana dose di riflessione sarebbero sufficienti a guarire. Egli non crede che tutto in fondo continui ad andare bene e che, se il corpo dell’universo è malato, la sua anima resti solida. È proprio l’anima del mondo che continua ad essere malata. Il vecchio cancro invade e soffoca la creazione sotto nuove forme. È all’opera lo stesso autodivorarsi, attraverso lo stesso appetito del predare, oggi senza freno.

SGUARDO VERSO LA PARUSIA
E' per l’oggi di Dio che il faticoso lavoro ecologico, nel suo significato più radicale, è invitato ad adoperarsi verso il profitto di tutti. Qui si prepara la Parusia. Per il Cristo verde, salvaguardia e salvezza della creazione vanno di pari passo. Si tratta di realizzare allo stesso tempo la riforma dei cuori nella gestione dell’universo e di impiegare in Cristo la promozione finale di tutte le cose, perché Cristo le offre tutte al Padre.

Tags:
ecologia umanaenciclica laudato si
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni