Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconStile di vita
line break icon

4 consigli per allevare figli gentili

© David Sifry

Forum Libertas - pubblicato il 17/06/15

Siate modelli di vita e di autocontrollo

Educare i figli all'importanza di essere gentili e a preoccuparsi di ciò che accade agli altri è in genere una priorità dei genitori, ma uno studio ha sottolineato che questo messaggio non è recepito dai minori, la maggior parte dei quali crede che i genitori si sentirebbero più orgogliosi ad esempio se prendessero buoni voti a scuola.

Lo studio, condotto dall'Università di Harvard (Stati Uniti) e basato su test presentati a 10.000 bambini degli ultimi anni delle scuole elementari statunitensi, ha rivelato che i giovani di oggi danno più valore alla propria felicità personale e credono che i genitori facciano lo stesso.

“Quando i giovani non danno priorità alla cura degli altri e alla giustizia rispetto al successo personale, c'è un rischio maggiore che sviluppino forme di comportamento dannoso come essere crudeli, disonesti e senza rispetto per gli altri”, indicano gli autori dello studio.

A loro avviso, ci sono comunque delle “buone notizie”: la gentilezza e la giustizia “ancora contano” per giovani, genitori e professori, e seguendo i consigli che riportiamo si potrà far sì che i bambini di oggi diventino cittadini etici, gentili e giusti nella società di domani.

I quattro consigli chiave

1.- Lasciate che i vostri figli pratichino la gentilezza. I bambini non nascono “buoni” o “cattivi”, tutto dipende dall'educazione che ricevono. I ricercatori portano l'esempio di uno strumento: per imparare a suonarlo bisogna fare pratica, e lo stesso accade con la gentilezza: ci si deve esercitare ogni giorno, ad esempio aiutando un compagno con i compiti.

Con l'aiuto degli adulti, i bambini possono imparare fin da piccoli a sviluppare le abilità che servono loro per sapere quando e come intervenire in situazioni nelle quali ad esempio altri sono in pericolo, trasformandosi così in persone oneste.

2.- Insegnate loro le due abilità fondamentali. Esistono due abilità essenziali che i bambini devono imparare: da un lato la vicinanza – essere attenti e ascoltare chi è al loro fianco -, dall'altro la prospettiva – essere capaci di vedere la situazione nella sua totalità e di considerare i vari modi di affrontarla.

Se i bambini sono capaci di mettersi nei panni degli altri, pensando a varie prospettive in base a chi sperimenta la situazione, svilupperanno interesse per ciò che succede agli altri, e quindi potranno essere più giusti nel loro ambiente.

3.- Siate il loro modello. Gli adulti che educano i bambini sono il loro modello. Come spiegano i ricercatori, essere il modello di un bambino non vuol dire essere perfetti o avere le risposte a tutte le loro domande, ma “gestire i nostri difetti, riconoscere i nostri errori, ascoltare i nostri figli e allievi e collegare i nostri valori al loro modo di vedere il mondo”.

I genitori e i professori, esempi per i bambini, devono anche imparare ad avere la prospettiva di cui si parlava prima, mostrandosi comprensibili, empatici e giusti.

4.- Aiutate a controllare i sentimenti distruttivi

Rabbia, invidia, paura o vergogna sono alcuni dei sentimenti negativi più comuni. I ricercatori esortano i genitori a controllarsi e a renderli costruttivi.

Per concludere, gli autori di questo lavoro raccomandano l'autocritica, ovvero di fermarsi a pensare quale messaggio si trasmette ai bambini, e se è davvero quello che si vuole inviare.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
figli

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni