Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

10 atteggiamenti che ti possono impedire di essere felice

© Public Domain
Condividi

La felicità è il risultato di una serie di piccole cose

“Felicità” è un termine molto ampio e soggettivo, e spesso difficile da spiegare.

I motivi per i quali una persona è felice o infelice sono relativi, ma credo che molti derivino da conquiste e realizzazioni personali e dalla soddisfazione per la propria vita o dalla mancanza di tutto questo.

Penso che tutti conoscano qualcuno che è sempre insoddisfatto e infelice, no?

Dopo aver studiato la felicità e aver osservato persone che recriminano sempre o sono depresse – non considerando quelle che spesso hanno ragioni legittime per farlo o esserlo –, ho identificato alcune caratteristiche comuni.

Le persone infelici in genere:

1. Non assumono il controllo della propria vita
Una frase che traduce questo concetto è “Non ho scelta” come giustificazione per tutto ciò che rende infelice la vita di queste persone.

Quello che spesso non capiscono è che non avere scelta è una scelta. Mal sopportare il capo e piangere tutti i giorni prima di andare a lavoro è una scelta. Si sta scegliendo di avere il denaro, la stabilità o qualsiasi altra cosa che fornisce questo lavoro a scapito della possibile libertà o di una nuova carriera.

Se non avete il coraggio di cambiare ciò che fa sì che la vostra vita non sia come la vorreste, accettate di aver fatto una scelta e cercate di essere felice di questa. Cercate di guardare il lato positivo della situazione in cui vi trovate, come avere la tranquillità della stabilità finanziaria quando si ha un impiego.

Non sto parlando di pensare in positivo o di essere falsamente ottimista, ma di essere realmente grati per il beneficio che offre ogni scelta, per quanto negativa possa essere.

2. Desistono ancor prima di provare
Le persone che si considerano infelici in genere credono di non sapere o di non riuscire a fare qualcosa spesso senza nemmeno tentare o dopo aver fallito una sola volta.

Sono quelle che semplicemente accettano il fatto di non essere brave con i numeri o con i lavori manuali, di non saper cucinare o che non serva a niente pensare di aprire un negozio perché già esistono altre persone di successo in quel campo e non c'è spazio per sé.

Una cosa è non voler imparare a fare qualcosa perché non ci piace, e allora tutto bene. Il problema è che spesso le persone non vogliono (o non riescono) ad ammetterlo e creano barriere e scuse che giustificano il fatto di non avere una motivazione neanche per provarci.

Perfezione e talento derivano dalla pratica. Se c'è qualcosa che vi piace e che volete fare, fatelo! Fatelo tutti i giorni. È l'unico modo per sapere se andrà bene o no. Inventare scuse prima di provare è proprio quello che allontana dal successo.

3. Si paragonano troppo agli altri
Una delle cose che rende infelice l'essere umano, a mio avviso, è paragonarsi agli altri. Quando vi paragonate a qualcuno, smettete di guardare i fattori, non sempre ovvi, che hanno posto la persona con la quale vi state paragonando nel posto in cui si trova.

Per quanto possiate pensare che il successo, la bellezza o qualsiasi altra cosa sia venuto facilmente, non siete nei suoi panni per saperlo e non avete il diritto di giudicare. Bisogna capire che ciascuno merita ciò che ha, nel bene e nel male, anche se voi non riuscite a capirne il motivo.

Pagine: 1 2 3

Tags:
felicità
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni