Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I 5 consigli del papa per usare bene TV e Internet

© ServizioFotograficoOR/CPP
March 19, 2014: Pope Francis uses a tablet to launch a tweet with members of Scholas Occurentes Argentina at the Vatican.



EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING
Condividi

Dati ai fedeli in un incontro con i giovani a Sarajevo

Il mese scorso, papa Francesco ha riferito in un'intervista al quotidiano argentino La Voz del Pueblo che da 25 anni non guarda televisione e che non utilizza neanche Internet. Senza avere l'intenzione che i fedeli seguano questo esempio estremo, il Santo Padre ha dato alcuni consigli sull'uso delle nuove tecnologie ai fedeli che lo hanno ascoltato in un incontro con i giovani a Sarajevo.

1. SAPER SCEGLIERE

"Sapere scegliere i programmi, e questa è una responsabilità nostra. Se io vedo che un programma non mi fa bene, mi butta giù i valori, mi fa diventare volgare, anche nelle sporcizie, io devo cambiare canale. Come si faceva nella mia età della pietra: quando un libro era buono, tu lo leggevi; quando un libro ti faceva male, lo buttavi".

2. LA “CATTIVA FANTASIA”

Attenzione alla “cattiva fantasia”, “quella fantasia che uccide l’anima”. “Se tu che sei giovane vivi attaccato al computer e diventi schiavo del computer, tu perdi la libertà! E se tu nel computer cerchi i programmi sporchi, tu perdi la dignità!” Sia in televisione che su Internet ci sono cose che vanno dalla pornografia alla semipornografia.

3. I "PROGRAMMI VUOTI"

Attenzione anche ai “programmi vuoti, senza valori. Per esempio programmi relativisti, edonisti, consumisti, che fomentano tutte queste cose”.

“Lo sappiamo, il consumismo è un cancro della società, il relativismo è un cancro della società: di questo parlerò nella prossima enciclica che uscirà entro questo mese”.

4."IN UN POSTO COMUNE DELLA CASA"

I computer e i televisori devono stare in un luogo comune della casa. “Ci sono genitori molto preoccupati che non permettono che ci siano i computer nelle stanze dei bambini: i computer devono essere in un posto comune della casa. Questi sono piccoli aiuti che i genitori trovano per evitare proprio questo”.

5."SCHIAVO"

“Essere troppo attaccati al computer: questo toglie la libertà, ti rende schiavo. Tante famiglie si lamentano che i figli anche a tavola sono sempre al telefonino, come in un altro mondo”.

“Il linguaggio virtuale è una realtà che non possiamo negare, ma dobbiamo portarla sulla buona strada, è un progresso dell'umanità, ma quando ci porta via dalla vita comune, dalla vita sociale e familiare, o anche dallo sport o dall'arte, è una malattia psicologica”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.