Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 09 Marzo |
San Domenico Savio
home iconApprofondimenti
line break icon

Qui è in gioco la persona

© Ssolbergj

Città Nuova - pubblicato il 11/06/15

L'Europarlamento ha approvato “La strategia dell’Unione Europea per la parità tra donne e uomini dopo il 2015”, un documento che affronta molti temi sensibili

di Giuseppe Barbaro*

Dopo l’approvazione delle relazioni “Tarabella e Panzeri” il Parlamento Europeo ha approvato la relazione “Noichl” dal nome della sua autrice avente a oggetto “La strategia dell’Unione Europea per la parità tra donne e uomini dopo il 2015”.

La relazione giustamente evidenzia quanta sia ancora lunga la strada da percorrere per pervenire alla reale parità uomo – donna in alcuni contesti come quelli dell’istruzione, dell’accesso al mercato del lavoro e dell’equa retribuzione e altrettanto giustamente sollecita un maggiore impegno per contrastare il fenomeno sempre più diffuso della violenza sulle donne.

Sin qui tutto bene senonché la relazione affronta altri temi sensibili dal punto di vista etico morale come l’equiparazione alla famiglia naturale (quella tra un uomo e una donna) delle unioni omogenitoriali  (tra persone dello stesso sesso).
La questione non è solo quella di riconoscere dei diritti alle persone che intendono vedere riconosciuta una unione affettiva (su questo ci siamo già espressi in maniera chiara in nostri precedenti articoli) bensì quella di continuare a riconoscere e chiamare le cose con il nome che è loro proprio, in relazione alla loro primigenia natura.

La tesi in forza della quale il concetto di famiglia è suscettibile di definizioni evolutive determinate dai cambiamenti sociali non ci convince.

Altro è affermare che i cambiamenti culturali e sociali portano alla formazione di unioni di vita diverse nel tempo (come quella tra persone dello stesso sesso) e altro è affermare che queste unioni costituiscono nuova forma di famiglia.
Preoccupa poi che il cammino intrapreso in Europa, seppure con l’adozione di raccomandazioni che non hanno effetto vincolante sulle legislazioni dei singoli Stati, comporta proposte come quella di elevare  l’interruzione volontaria di gravidanza a “diritto umano fondamentale” o come quella di introdurre nella scuola, senza il previo consenso delle famiglie alle quali compete il primario compito educativo, lezioni di educazione sessuale a sostegno dell’ideologia gender e infine di consentire l’accesso alla fecondazione artificiale per single e coppie gay.

Forse abbiamo sottovalutato le potenzialità e i rischi del livello europeo sui temi, come quello sulla famiglia, sul presupposto che tanto poi in Italia decidevano gli italiani.

La conseguenza è che in sede di votazione a Strasburgo sulla relazione “Noichl”, presenti 730 eurodeputati, 341 hanno votato a favore, 281 hanno espresso voto contrario e 81 si sono astenuti.

A questi ultimi, tra i quali alcuni nostri eletti, chiediamo “più coraggio”: qui non è in gioco solo la difesa di una istituzione, quella familiare, su cui è fondata la storia e la cultura del nostro continente ma, quel che più conta, il futuro dell’uomo.

*Vicepresidente del Forum delle Organizzazioni Familiari

QUI L’ORIGINALE

Tags:
europaideologia gender
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
2
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Franciscan Mission of Legnano
Cerith Gardiner
Gustatevi la gioia di questi frati e suore francescani che ballan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni