Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I metodi naturali funzionano?

© web-boyfriends-Kate
Abrazo
Condividi

Uno strumento efficace per regolare la vita sessuale della coppia e per una responsabile pianificazione familiare.

di Giacinto Bosoni

Si avvicina l’importante appuntamento del Congresso Mondiale sulla Regolazione Naturale della Fertilità (RNF), che si svolgerà dall’11 al 14 giugno. Grazie alla competenza del dottore Michele Barbato, co-presidente del Congresso, abbiamo approfondito il tema della validità dello strumento della RNF per regolare la vita sessuale della coppia. Un viaggio alle radici ed ai confini del futuro, per imparare a sostenere la famiglia.

Un Congresso Mondiale sulla Regolazione Naturale della Fertilità (RNF; Natural Family Planning – NFP – in inglese) perché?
Il mondo della RNF è in continua evoluzione in tutto il mondo e dopo ben 15 anni dall’ultimo Congresso Mondiale è giunto il momento di fare il punto della situazione. Verranno affrontati svariati temi, dalla ricerca speculativa, alla clinica, agli aspetti psicologici-relazionali, agli aspetti pedagogici.

Ma perché parlare ancora oggi della RNF?
Innanzitutto, partiamo dalle basi biologiche. La RNF ha grandi vantaggi nel cercare o evitare una gravidanza: è innocua (non provoca danni), non ha effetti collaterali, non ha effetti né sulla donna né sui figli, sia quello attuale sia quelli futuri. Le soluzioni alternative, quando va proprio bene, hanno pochi effetti collaterali! Altrimenti ne hanno molti e devastanti, condizionando negativamente la fertilità, lo stato di salute e la qualità della relazione uomo-donna. Passando ora agli aspetti relazionali, la RNF mette in atto una struttura educativa, che sistematicamente mette in gioco la qualità della relazione fra uomo e donna, richiedendo quotidianamente l’accoglienza, il rispetto integrale e la promozione dell’altro. Così diventano un sistema pedagogico di aiuto alla qualità della relazione di coppia.

Ma la RNF non richiede molto alle coppie? Non impone in qualche modo di essere “bravi, buoni e santi” prima di iniziare ad essere usata?
No, assolutamente. È esattamente il contrario. La RNF può essere adottata da qualunque coppia, in qualunque situazione si trovi. La RNF diventa una risorsa per la coppia che viene aiutata, educata a vivere la propria condizione in modo sempre più vero e felice. La RNF non è quindi una pura tecnica ma uno stile di vita, prende la coppia “per mano” e la accompagna con tutta la misericordia possibile, ben conoscendo le fatiche e le debolezze di tutti. Ma indicando un obiettivo buono e concreto, un “destino buono” per ogni persona così piano piano, quotidianamente, le accompagna nel loro cammino; e le difficoltà si stemperano e la bellezza del vivere il matrimonio diventa sempre più chiara. Gli americani su questo punto hanno fatto studi statistici specifici trovando che le coppie che usano la RNF sono molto più stabili e ricorrono alla separazione ed al divorzio in misura molto minore della media.

LEGGI QUI L'INTERVISTA COMPLETA

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni