Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 20 Giugno |
Beata Vergine Maria Consolatrice
home iconNews
line break icon

Caino, Atapuerca e il primo assassinio della storia

capture-youtube-Madrid Scientific Films

Alvaro Real - Aleteia - pubblicato il 03/06/15

Uno studio conferma che 430.000 anni fa l'uomo era già violento

La violenza, inerente all'essere umano, accompagna l'uomo fin dalle origini. Ora lo studio di un cranio di 430.000 anni fa ha confermato che all'epoca l'uomo era già capace di assassinare.
Se la Bibbia ci insegna che il primo omicidio al mondo è stato quello di Caino ai danni di Abele, la rivista PLOS ONE ha ora diffuso uno studio su quello che viene ritenuto il primo assassinio della storia che possa essere studiato.

Sono state analizzate le ferite mortali al cranio subite da uno degli individui trovati nel giacimento di Sima de los Huesos, nella sierra di Atapuerca (Burgos, Spagna). Il cranio in questione, il numero 17, è stato recuperato insieme ai resti di altri 27 individui in alcuni scavi svolti tra il 1990 e il 2010. Tutti appartenevano allo stesso gruppo e hanno 430.000 anni.

Nello studio si analizzano le fratture del cranio e si conferma che l'individuo è stato assassinato intenzionalmente. Dopo aver studiato le cause della frattura, si è deciso che rimanevano solo due motivazioni: la caduta accidentale o l'assassinio intenzionale.

Il cranio 17 presenta due orifizi nell'osso frontale, realizzati con lo stesso oggetto e compiuti quando l'individuo era ancora vivo o era appena morto.

Lo studio conclude che il tipo di lesioni e il luogo in cui si trovano “si inseriscono negli standard utilizzati dai forensi per determinare che c'è stato uno scontro o un conflitto faccia a faccia”.

Si tratta della conferma di un omicidio che ha avuto luogo quasi mezzo milione di anni fa e che è stato considerato l'atto violento più antico della storia. Una dimostrazione del fatto che l'essere umano già mezzo milione di anni fa era capace di commettere il male e di assassinare un altro essere umano.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
violenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni