Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Vegetariani perchè cattolici

© Public Domain
Condividi

L'Associazione Cattolici Vegetariani, con la Diocesi di Milano, propone un convegno nell'ambito di Expo 2015

Per qualcuno sono semplicemente quelli che non vogliono che si mangi carne d'agnello a Pasqua, qualcun altro li confonde con gli esponenti un pò naive di qualche gruppo "peace and love", qualcuno nega la legittimità stessa della loro scelta in quanto cristiani: l'Associazione cattolici vegetariani (A.C.V.), nata nel 2009, mentre prova a farsi conoscere, provoca già dibattito. Presenti in quasi tutte le regioni italiane con gruppi di preghiera, iniziative nelle scuole ed eventi di sensibilizzazione sul territorio, il motto dei cattolici vegetariani afferma: "Amiamo così tanto il Creato da rispettarlo, amiamo così tanto la vita da non toglierla a nessuno". Il 6 giugno, nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano, si svolgerà il 5° convegno nazionale dell'associazione sul tema "L'alimentazione nel cristianesimo: la scelta vegetariana", nell'ambito degli eventi organizzati dalla Chiesa di Milano in occasione dell'Expo con il titolo "Non di solo pane vivrà l'uomo ma di ogni Parola che esce dalla bocca di Dio". Ed è proprio sulla Parola che si basa la scelta di vita dei cattolici vegetariani, come spiega ad Aleteia Marilena Bogazzi, del Comitato di presidenza A.C.V.

 

 

Chi sono i cattolici vegetariani?

 

Bogazzi: Laici e consacrati che si trovano a pregare per la Creazione. Il nostro carisma è la compassione per ogni essere vivente. Abbiamo adottato uno stile di vita vegetariano che ha innanzitutto un fondamento di tipo biblico. Dal passo di Genesi 1, 29 – "Poi Dio disse: «Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme: saranno il vostro cibo" -, si capisce che il progetto originario di Dio era un progetto di nonviolenza verso la tutta la Creazione, comprendendo una scelta vegetariana. A questo si aggiunge un elemento di tipo etico: la scelta carnivora è del tutto legittima in una prospettiva umana e cristiana, ma nell'ampia possibilità di cibi per alimentarsi, noi preferiamo dare spazio all'opzione meno violenta e che, quindi, non implichi l'uccisione di animali, creature viventi.

 

Quali sono gli obiettivi dell'associazione?

 

Bogazzi: Ci muoviamo all'interno della comunità ecclesiale per sensibilizzare all' attenzione e alla preghiera per la Creazione. E abbiamo anche uno scopo di evangelizzazione: molte persone di sensibilità ecologista, animalista o vegetariana sono spesso critiche verso la Chiesa perchè la accusano – peraltro ingiustamente – di non occuparsi di questi temi. Per questo siamo in costante dialogo con le altre associazioni per offrire una testimonianza cristiana di questa scelta: si può essere cristiani e vegetariani in modo coerenti. 

 

C'è chi sostiene che non si possa essere cristiani e vegetariani…

 

Bogazzi: Pur nel rispetto delle opinioni di tutti, il nostro riferimento è al magistero dei vescovi e abbiamo incontrato pastori che ci accolgono e ci guidano nel nostro cammino. Non a caso il nostro giornalino trimestrale si chiama "Vegetariani perchè cattolici". L'ambito in cui ci muoviamo non è esente dal rischio di confusioni pericolose e non manca chi usa il vegetarianesimo per vari scopi o anche in chiave esoterica. Noi agiamo per evitare questa confusione. Il cristiano può essere vegetariano senza necessità di dover trasmigrare verso chissà quali sponde spirituali, con il rischio di intraprendere cammini che ostacolino la sua stessa fede.

Pagine: 1 2

Tags:
expo 2015
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni