Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Tutto per Gesù, nulla senza Maria

Virgin Mary © Thaagoon / Shutterstock
<a href="http://www.shutterstock.com/en/pic.mhtml?id=75257152&src=id" target="_blank" />Virgin Mary</a> © Thaagoon / Shutterstock
Condividi

Lascia che la Madonna conquisti il tuo cuore

Gesù ha fatto tutto attraverso la Madonna. È venuto al mondo attraverso di lei; ella gli ha dato la natura umana che ha fatto del Verbo incarnato il sommo Sacerdote. Ella è stata il paradiso del nuovo Adamo, come ha detto San Luigi di Montfort; lo ha cullato tra le sue braccia; gli ha insegnato a camminare, a parlare, a pregare, e lo ha preparato per la grande missione di Salvatore dell’umanità.

Attraverso di Lei è stato portato in Egitto, per sfuggire alla furia diabolica di Erode, e lì Lei lo ha protetto.

Attraverso Maria, Gesù ha iniziato i suoi miracoli, alle nozze di Cana di Galilea. Su sua richiesta, quando non era ancora arrivata la sua ora.

Maria l’ha accompagnato nella sua missione redentrice ed è arrivata fino al Calvario con Lui.

Nessuno ha cooperato più di Maria con il Signore nell’opera di salvezza dell’umanità. Per questo ha meritato la gloria dell’Assunzione in cielo in corpo e anima. Nel cielo Ella porta avanti la Sua missione di Madre dei viventi.

Gesù ha voluto donarla a noi ai piedi della croce, perché fosse la nostra Madre spirituale. Sulla croce, agonizzando, prima di consegnare lo spirito al Padre, Egli ci ha resi figli di Sua Madre. Ha guardato il discepolo (Giovanni) che tanto amava e ha detto: “Ecco tua Madre”. E l’apostolo Giovanni “la prese nella sua casa” (Gv 19, 27).

Maria è stato l’ultimo pegno che Gesù ci ha lasciato.

Respingerla come Madre sarebbe quindi terribile, sarebbe come dire a Gesù: “Non voglio ricevere Tua Madre come mia Madre”. Questo rifiuto sarebbe senza dubbio peggiore per Gesù che quell’ultima stoccata della punta della lancia nel Suo cuore divino; peggio degli affronti, delle spine che ha ricevuto…

Sarebbe folle rifiutare Sua Madre come nostra Madre.

Per amore di Gesù, portala anche tu a casa tua ed Ella conquisterà tutte le grazie di cui hai bisogno per vivere come Dio vuole.

Se Gesù ci ha lasciato Sua Madre come nostra madre, è perché è necessario per la salvezza di ciascuno di noi. Questo gesto non è stato solo una dimostrazione di affetto nei nostri confronti; è stata una grande necessità.

Grandi santi e dottori della Chiesa, come San Bernardo, hanno affermato che Maria è necessaria per la nostra salvezza.

San Luigi di Montfort ci chiede: “Se Dio, che è onnipotente e quindi non aveva bisogno di lei per salvare il mondo, ma ha voluto aver bisogno di lei, tu sarai tanto orgoglioso da pensare di poterti salvare senza il suo ausilio?”

Solo Gesù è il Salvatore (At 4,12). “Uno solo è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù” (1Tm 2,5), e nessuna mediazione è valida senza Gesù, ma Dio ha voluto che Maria fosse una mediatrice “subordinata”. Ella è la grande ausiliatrice dei cristiani, Colei che ci porta alla fonte della salvezza, Gesù.

Ella è la mediatrice di tutte le grazie, attraverso Gesù, ma non in parallelo, non in modo sostitutivo. La mediazione di Maria, insegna il Concilio Vaticano II, valorizza ancor di più la mediazione di Gesù.

Se Gesù vuole avere bisogno di noi per salvare il mondo, quando più vuole aver bisogno di Maria!

Se è stato attraverso di Lei che Egli è venuto a noi, allora, dicono i santi, è anche attraverso di Lei che dobbiamo andare da Gesù.

La Chiesa ha sempre insegnato che la mediazione di Maria non sostituisce in nulla l’unica e indispensabile Mediazione di Gesù; è solo una mediazione subordinata, ausiliare, materna.

Dopo che il demonio riesce a rendere qualcuno schiavo del peccato, lavora subito duramente per allontanarlo da Maria, perché sa che Ella è il rifugio dei peccatori, ovvero Colei che potrà convincerlo a lasciare il peccato e a tornare alla fonte della grazia.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni