Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Bere alcool è sbagliato? Cosa dice la Bibbia?

Sergeant-Ian-Forsyth-RLC-CC
Condividi

Il “vino nuovo” è analcolico?

Ho bisogno di un aiuto. A volte, quando condivido la mia fede cattolica con le persone, queste dicono che i cattolici amano bere alcool e che questo è sbagliato. Come rispondere?

Direi che dovrebbe chiedere loro dove si legge nelle Scritture che bere alcool è sbagliato. Risposta breve: da nessuna parte. Si dice che ubriacarsi è sbagliato, ma non che bere semplicemente è peccato. Anzi, è proprio il contrario:

1 Timoteo 3, 8: “Allo stesso modo i diaconi siano dignitosi, non doppi nel parlare, non dediti al molto vino…” – Ovviamente va bene per loro bere un po' di vino, non possono essere solo “dediti al molto vino”. La moderazione è la chiave.

1 Timoteo 4, 4: “Infatti tutto ciò che è stato creato da Dio è buono e nulla è da scartarsi, quando lo si prende con rendimento di grazie” – Le sostanze con cui è fatto l'alcool sono tutte naturali e fatte da Dio. Bisogna quindi rendere grazie per quel bicchiere di birra o di vino prima di berlo.

Matteo 15, 10-11, “Ascoltate e intendete! Non quello che entra nella bocca rende impuro l'uomo, ma quello che esce dalla bocca…”

1 Timoteo 5, 23, “Smetti di bere soltanto acqua, ma fà uso di un pò di vino a causa dello stomaco e delle tue frequenti indisposizioni” – A Timoteo viene ordinato di bere vino.

Tutti e tre i racconti dell'Ultima Cena in Matteo, Marco e Luca vedono Gesù e gli apostoli bere vino (il “frutto della vite”).

Il primo miracolo di Gesù è stato trasformare l'acqua in vino (Giovanni 2, 3-10) perché le persone potessero berlo. Ed era un vino migliore di quello che era già stato servito in quel matrimonio.

Alcuni affermeranno che il vino che Gesù ha creato dall'acqua, quello che Paolo ha ordinato a Timoteo di bere e quello dell'Ultima Cena erano vino “nuovo”, che dicono analcolico. Guardiamo un po' cosa dice la Bibbia al riguardo.

In primo luogo, va notato che la Bibbia indica chiaramente quando c'è una distinzione per il vino “nuovo”. Lo vediamo sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento. Ad esempio, il vino “nuovo” viene menzionato in Osea 9,2, Aggeo 1,11, Zaccaria 9,17, Matteo 9,17, Marco 2,22 e Luca 5,38. Né alle nozze di Cana né nell'Ultima Cena o nella Lettera di Paolo a Timoteo si menziona il vino “nuovo”.

In secondo luogo, la Bibbia ci dice che il vino nuovo è vino alcolico. Possiamo vederlo molto chiaramente in Osea 4,11, dove si legge: “Il vino e il mosto tolgono il senno”. Vorrei che qualcuno mi dicesse come fa il vino analcolico a togliere il senno. E vediamo lo stesso nel Nuovo Testamento. In Atti 2,13, quando gli apostoli divengono pieni di Spirito Santo e parlano in altre lingue, cosa dice qualcuno tra la folla? “Altri invece li deridevano e dicevano: 'Si sono ubriacati di mosto'” (Atti 2,13). Pensavano che gli apostoli fossero ubriachi! E questo punto non può essere messo in discussione perché Pietro continua al versetto 15 rispondendo alla folla “Questi uomini non sono ubriachi”.

Si prova, quindi, che quelli che cercano di mettere in discussione il fatto che il vino “nuovo” sia quello che hanno bevuto Gesù, gli apostoli, Timoteo e tutti gli invitati alle nozze di Cana e che dicono che si trattava di un vino analcolico sbagliano in base alla Scrittura.

In Luca 7,33-34 si legge infine: “È venuto infatti Giovanni il Battista che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: Ha un demonio. È venuto il Figlio dell'uomo che mangia e beve, e voi dite: Ecco un mangione e un beone”. Se Gesù beveva vino analcolico, come potevano accusarlo di essere un beone?

Ciò non significa che fosse un beone – ovviamente non lo era, ma l'unico modo in cui qualcuno poteva anche solo iniziare a supporlo derivava dal fatto che bevesse vino, vino che conteneva alcool. Non si potrebbe accusare neanche falsamente qualcuno di essere un beone se bevesse solo vino analcolico.

In altre Parole, la Scrittura ci dà una solida prova del fatto che bere semplicemente vino non è un peccato, ubriacarsi sì.

John Martignoni è un apologeta cattolico e studioso della Bibbia. È fondatore e presidente della Bible Christian Society, dove si può trovare una gran quantità di materiale apologetico – CD, mp3 da scaricare, e-newsletter e altro – e ospite del programma di EWTN “Open Line”. È anche direttore dell'Ufficio per la Nuova Evangelizzazione della diocesi di Birmingham (Alabama, Stati Uniti).

[Traduzione dall'inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bibbia
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.