Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La lettera di un sacerdote prima di morire che cambia la vita

web-decorazonacorazonjesus.blogspot.com.es
Condividi

“La sua testimonianza ci ha segnato per il resto della vita”, dicono alcuni suoi compagni

Tu es sacerdos in aeternum [Tu sei sacerdote per sempre], dicono i Salmi (110 [109], 4) e raccoglie la liturgia della Chiesa. Quando quindi giovedì scorso è stata celebrata nel seminario di Toledo la festività di San Giovanni d'Avila, patrono del clero secolare spagnolo (la festa è stata anticipata visto che il 10 maggio coincideva con la domenica), ricordando quanti celebravano le nozze d'argento sacerdotali è stato menzionato Jesús Muñoz, morto nel 1998, che nel 2015 avrebbe compiuto 25 anni come alter Christus [altro Cristo], essendo stato ordinato nel 1990.

Jesús Muñoz era un sacerdote della diocesi di Toledo morto a Coria il 7 settembre 1998 ad appena 32 anni per un tumore. Poco prima di quel momento scrisse una lettera che circolò molto e che ancora oggi “fa molto bene”, ha ricordato uno dei suoi compagni di seminario, José María Alsina Casanova, che ha evocato i suoi ultimi istanti: “Quando si è ammalato, gli ho fatto visita una volta nella casa che era stata lasciata alla sua famiglia a Pamplona per le sue cure mediche. L'ho trovato molto indebolito dalla malattia e allo stesso tempo ho visto in lui un sacerdote pieno di carità e 'trasformato' da Cristo”.

È stata una percezione comune in quanti lo hanno visto in quel periodo. “Ho avuto la fortuna di conoscerlo negli ultimi due anni della sua vita”, ha raccontato Gabriel, amico di suo fratello Javier. “La morte di Jesús, la sua sofferenza e i suoi dolori sono stati e sono, per noi che lo abbiamo conosciuto, un grande speranza e un grande sostegno. La sua testimonianza ci ha segnati per il resto della nostra vita e non potremo mai dimenticarlo”.

Il messaggio postumo di Jesús Muñoz continua a produrre grandi benefici spirituali: “Ieri nella preghiera ho riletto la lettera”, ha spiegato padre Alsina, “e ho ringraziato Dio per il sacerdozio di Jesús Muñoz e gli ho chiesto che dal cielo ci aiuti ad essere davvero 'sacerdoti' e che per sua intercessione molti giovani continuino a rispoondere alla chiamata di Cristo al sacerdozio”.

Con questa intenzione, anche se è un testo conosciuto, riportiamo di seguito il testo integrale della lettera (cliccare qui per accedere al blog che raccoglie altri testi di padre Jesús Muñoz).

Lettera del sacerdote Jesús Muñoz poco prima di morire

In primo luogo, permettetemi di presentarmi: mi chiamo Jesús Muñoz, ho 32 anni e sono un sacerdote cattolico della diocesi di Toledo, Spagna. Nel 1996 sono stato missionario in Bolivia come catechista itinerante della Comunità Neocatecumenale.

Tornato in Spagna per riposare e per una vacanza, mi è stato diagnosticato un cancro colon-rettale con metastasi epatica.

Sono stato sottoposto a vari interventi: mi hanno tolto l'ano, il retto e 30 centimetri di colon, e mi hanno costruito un ano artificiale. In seguito mi hanno tolto un quarto del fegato. Sono stato sottoposto anche ad altri interventi di minore gravità. Ho fatto radioterapia e attualmente sono in cura con la chemioterapia.

Il mio corpo si sta deteriorando da tanto tempo, e per questo non posso viaggiare, e spesso neanche uscire di casa. Anche se la mia qualità di vita è accettabile, varia molto di mese in mese e anche di giorno in giorno. Non è mai uguale, è imprevedibile come mi sentirò la mattina dopo. È un mistero.

La sofferenza è un mistero che si illumina solo con la fede.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni