Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 05 Marzo |
San Casimiro
home iconNews
line break icon

Iraq: teatro di una strage dell’ISIS diventa meta di pellegrinaggio

AHMAD AL-RUBAYE / AFP

Aleteia - pubblicato il 13/05/15

Ogni giorno arrivano nuovi pellegrini per ricordare la barbarie di un anno fa

Qualcuno potrebbe pensare che il luogo sia maledetto, ma si sta trasformando in un tempio dedicato ai martiri sciiti. Sulle rive del fiume Tigri, uno degli ex palazzi di Saddam Hussein, teatro del terribile massacro di Camp Speicher (dal nome del pilota americano Michael Speicher, abbattuto durante la Guerra del Golfo del 1991), si sta trasformando in un luogo di pellegrinaggio.

Nel giugno 2014, l'ISIS vi ha assassinato senza pietà 1700 prigionieri sciiti dell'esercito iracheno, la maggior parte dei quali erano giovani reclute. Pochi giorni dopo, su Internet sono state postate dozzine di immagini e video che mostravano il massacro. Secondo Adrian Julam, corrispondente per il quotidiano Le Figaro, “queste foto sono senza alcun dubbio le prime del genere nella storia ad attestare questo crimine collettivo. Queste immagini scattate dall'ISIS sono state postate come se avessero appena vinto un fantastico campionato”.

In uno dei video, si vedono i terroristi salafiti mentre scortano i prigionieri uno dopo l'altro vicino al fiume Tigri nelle vicinanze di Tikrit. I terroristi sparano alla testa ai prigionieri prima di gettarli in acqua. Non ci sono indicazioni di tombe o epitaffi.

“Qui è stato versato il sangue dei martiri. Questo luogo deve essere trasformato in un museo per tutti gli iracheni, e in un simbolo di orgoglio”, ha detto Sheikh Dargham al-Jabari, portavoce dell'ayatollah al-Sistani, la massima autorità religiosa sciita in Iraq, che si è recato a offrire preghiere sul posto.

Il 1° aprile scorso, alla fine della battaglia di Tikrit, le forze irachene hanno scoperto dieci tombe nei prezzi del palazzo. Mu’ayn al-Kazami, un ufficiale “Badr”, la più grande e influente milizia sciita dell'Iraq, ha promesso di preservare questo sito.

Ha parlato a L’Orient Le Jour, un quotidiano libanese francofono, dicendo: “Restaureremo quest'area per trasformarla in un simbolo dei crimini commessi dall'ISIS e dai suoi alleati. Sarà sempre un segno di disgrazia sul loro volto”.

Dalla liberazione di Tikrit, dozzine di iracheni si sono recati sul posto per meditare. Tutti si riuniscono vicino alle rive del Tigri, dove centinaia di giovani innocenti sono stati condotti a morire. I parenti delle vittime accorrono da tutte le zone dell'Iraq, secondo ‘Abd-al-Hassan, una delle guardie del luogo.

“Lo spirito di questo posto resterà con me fino alla mia morte”, ha detto. “Un giorno spero che mia moglie e i miei figli verranno qui perché è santo”.

Religiosi, studenti e artisti stanno compiendo pellegrinaggi in questo luogo, trasformato in qualche modo in un memoriale sacro e in un santuario della resistenza alla barbarie dell'ISIS.

[Traduzione dall'inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
cristiani perseguitati in iraq
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni