Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

La profezia di Fatima nel terzo millennio

© MASSIMILIANO MIGLIORATO/CPP
Condividi

Affidarsi a Maria nel segno di Misericordia e compassione

Fatima nel terzo millennio è nel segno di un Amore colmo di misericordia e compassione, ricordando quella consacrazione al suo Cuore Immacolato chiesto dalla Vergine a Suor Lucia. 

Nel 1917, alla pastorella preoccupata per la solitudine che l'attende e per le prove dolorose che dovrà affron­tare, la Vergine confida: «Non ti scoraggiare: Io non ti abbandonerò mai. Il mio Cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio». Queste ras­sicuranti parole, Maria le ha rivolte non solo a Lucia, ma ad ogni cristiano che in Lei si affida. E oggi tornano più che mai attuali nell'anno del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco.

TRA CARISMA E PROFEZIA
E' in prospettiva del Giubileo e del centenario delle apparizioni di Fatima (1917-2017) che la Pontificia Academia Mariana Internazionalis (PAMI) promuove il forum internazionale di mariologia dal titolo "Fatima tra carisma e profezia" in programma alla Pontificia Università Antonianum di Roma dal 7 al 9 maggio prossimi. Interverranno tra gli altri il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, padre Carlos Manuel Pedrosa Cabecinhas, rettore del Santuario di Fatima, monsignor António Augusto dos Santos Marto, vescovo di Leiria-Fátima, monsignor Virgílio do Nascimento Antunes, vescovo di Coimbra, già rettore del santuario di Fatima, padre Vincenzo Battaglia, OFM, presidente della Pontificia Academia Mariana Internationalis.

"L'AUTENTICO SIGNIFICATO TEOLOGICO"
«Il Forum – premette ad Aleteia padre Battaglia – è stato organizzato dalla Pontificia Accademia Mariana Internazionale in collaborazione con il Santuario di Fatima allo scopo di presentare con chiarezza l’autentico significato teologico, spirituale e pastorale del messaggio di Fatima, legato alle apparizioni della beata Vergine Maria ai tre veggenti Giacinta, Francesco e Lucia». Inoltre, vuole offrire ai movimenti ecclesiali e agli istituti di vita consacrata che si ispirano al carisma di Fatima l’opportunità «di incontrarsi per uno scambio di esperienze e di testimonianze».

L'ATTUALITA' DEL MESSAGGIO DI FATIMA
Secondo padre Battaglia il messaggio di Fatima è attuale «nella sua interezza», perché è pervaso «da un forte invito ad una vita cristiana autentica, fecondata dall’impegno per la penitenza e la conversione e dalla preghiera, a vantaggio anche della salvezza degli altri». Ma volendo evidenziarne un aspetto in modo particolare, aggiunge il presidente della PAMI, «credo che si debba porre l’accento sull’affidamento al Cuore Immacolato di Maria nel quale si riflette l’amore della Santa Trinità per il mondo intero, amore pervaso di misericordia e di compassione, rivelato definitivamente in e per mezzo di Gesù Cristo, l’unico Salvatore del mondo». 

NESSUN "ALTRO" MISTERO 
Invece padre Battaglia sgombra il campo da ogni equivoco relativo a "misteri" che si celano dietro i messaggi di Fatima. C'è infatti chi sostiene, come alcuni studiosi dell'apparizione di Fatima, fra cui il sacerdote padre Nicholas Gruner, il giornalista italiano Antonio Socci (autore de "Il quarto segreto di Fatima") e l'avvocato americano Christopher A. Ferrara (autore de "Il segreto ancora nascosto”), che non tutto del segreto di Fatima sia stato ancora rivelato

VIA CRUCIS DEI PAPI DEL XX SECOLO
«Dopo che la Congregazione per la Dottrina della Fede ha reso pubblica, per volontà di Giovanni Paolo II, anche la terza parte del “segreto” di Fatima, con un documento ufficiale diffuso nel 2000 dal titolo “Il messaggio di Fatima” – precisa Battista – non c’è nient’altro da sapere o da svelare. Per cui bisogna diffidare di chi sostiene il contrario. La visione profetica di carattere simbolico, oggetto della terza parte – e qui riprendo la comunicazione del cardinale Tarcisio Bertone (Fatima 13 maggio 2000) – “riguarda soprattutto la lotta dei sistemi atei contro la Chiesa e i cristiani e descrive l’immane sofferenza dei testimoni della fede dell’ultimo secolo del secondo millennio. È una interminabile Via Crucis guidata dai Papi del ventesimo secolo”». 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni