Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 22 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Bisogna fare sesso per vedere se c’è “chimica”?

web-Emmanuel Frezzotti-cc – it

Emmanuel Frezzotti-cc

La Opción V - pubblicato il 05/05/15

Più che della “chimica sessuale”, dobbiamo preoccuparci della “chimica spirituale”, che è quella che terrà uniti un uomo e una donna

Al giorno d'oggi sentiamo parlare molto di “chimica sessuale”. Molti sostengono e difendono l'idea che sia importante conoscere sessualmente il partner prima del matrimonio, perché è l'unico modo per sapere se c'è “chimica” tra i due.

Sembra inoltre quasi un obbligo “provare la merce prima”, per non correre il rischio di trovarsi di fronte a un'incompatibilità sessuale che porterebbe inevitabilmente al fallimento matrimoniale. Cosa c'è di giusto in questo?

Vi siete mai chiesti perché alcune persone ci attirano e altre ci sono del tutto indifferenti? O perché a volte nascono il romanticismo e la passione e altre volte non avviene, per quanto l'altra persona ci possa sembrare attraente?

Ciò che risponde a tutte queste domande si chiama “CHIMICA”. La chimica c'è o non c'è fin dall'inizio, semplicemente. Spesso ci è successo, o forse lo abbiamo sentito dire da altri: “Ieri mi hanno presentato un/a ragazzo/a bellissimo/a, molto piacevole, una bravissima persona, intelligente, educato/a, ma non so perché non scattava il 'clic'”.

Questo “clic” è quello che in genere chiamiamo “chimica”, ed è ciò che definirà se la relazione con quella persona ha la possibilità di avere un secondo incontro o si fermerà al primo, se si dirigerà verso qualcosa di più serio o no.

La chimica tra due persone si verifica già dal primo sguardo, ed è qualcosa che si riflette anche fisicamente con la dilatazione delle pupille.

Quando tra due persone c'è chimica, il loro cervello secerne dopamina e il sistema endocrino secerne adrenalina, il che fa sì che scorra più sangue del normale allo stomaco, provocando la famosa sensazione delle “farfalle nello stomaco”. Visto che fluisce più sangue anche in tutto il corpo, arrossiamo.

Questo risponde alla nostra domanda iniziale: è stupido e poco scientifico pensare o argomentare che è necessario avere rapporti sessuali prima del matrimonio per vedere se esiste una chimica sessuale nella coppia, perché questa può verificarsi anche senza contatto fisico.

La chimica sessuale inizia con un'attrazione fin dal primo sguardo, arrivando a suscitare il desiderio sessuale nei confronti dell'altra persona, desiderio che deve essere regolato dalla virtù della castità.

Anche se il sesso è importante, non è l'unica cosa né la più importante nel matrimonio. Un buon matrimonio, come una buona intesa sessuale tra gli sposi, non è una cosa che viene già fatta, va costruita.

Per questo è importante conoscere bene la persona prima di compiere questi passi. Ci riferiamo non a una “conoscenza” che si verifica attraverso l'“esplorazione del corpo”, ma a una conoscenza profonda, dell'anima e del cuore.

In altre parole, è necessario amare in modo intelligente, non lasciarsi distrarre dall'attrazione e dalla chimica sessuale né dai sentimenti e dalle emozioni intense.

Si deve mettere al primo posto il raziocinio, analizzare se è quella la persona che ci renderà felici con i suoi difetti e le sue virtù e soprattutto intavolare una buona amicizia che si forgia attraverso il continuo dialogo e la profonda comunicazione delle esistenze.

Questa conoscenza e comunione profonda è possibile solo nel Signore, nella misura in cui lo si conosce e lo si ama. Da Lui deriva la luce per conoscere il mistero più profondo che è l'essere umano, che è l'altro, e che sono io stesso, e allo stesso tempo Egli è la fonte inesauribile del vero amore umano.

Più che della “chimica sessuale”, quindi, dobbiamo preoccuparci della “chimica spirituale”, che è ciò che terrà uniti un uomo e una donna nell'amore che non ha fine.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
sesso
Top 10
See More