Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconChiesa
line break icon

Convertito al cristianesimo, una fatwa ne ordina la morte

© Public Domain

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 28/04/15

Joseph Fadelle, iracheno, ha scoperto la fede in Cristo nel 1987 da allora la sua famiglia lo vuole morto per apostasia

Joseph Fadelle, è nato in Iraq da una famiglia sciita di alto livello economico col nome di Muhamed Fadel-Ali. Fadelle ha conosciuto il cristianesimo nel 1987, durante il servizio militare a Bassora, quando conobbe un soldato cristiano di nome Masud. Poi, la lettura del Vangelo lo ha portato a “scoprire la persona di Cristo”. “Un vero incontro con Lui; la nascita in me dell`amore della sua persona. Cristo diventa la mia passione al più alto esponente”, ha dichiarato al Convegno per la Libertà Religiosa di Madrid (tenuto dal 17 al 19 aprile e organizzato dalla piattaforma HazteOir). A riportare la notizia è il periodico online Matchman News che riporta anche alcuni particolari di questa per nulla semplice conversione.

Si perché quando la famiglia di Fadelle ha scoperto che lui e sua moglie si erano convertiti hanno avviato una vera e propria persecuzione per lui.

Per ordine di suo padre è stato torturato e imprigionato sotto il regime di Saddam Hussein. Quando è stato rilasciato, è stato posto agli arresti domiciliari. “È impossibile per un musulmano aiutare un altro, disertore, che si è convertito al cristianesimo: hanno l`obbligo di versare il sangue di chi abbandona l`Islam”.
Dopo aver subito un tentativo di omicidio in Giordania, si è trasferito in Francia con la moglie e quattro figli dove hanno acquisito la cittadinanza. “Grazie a Dio mi hanno trovato solo in Giordania. In Francia c`era un magnate dalla Siria che voleva uccidermi, per questo, dato che ho quattro figli, non posso stare in un posto per molto tempo. La Polizia mi chiede di cambiare continuamente l`alloggio”.
C`è una fatwa (editto islamico) contro Joseph Fadelle, che lo condanna a morte per aver abbandonato la propria religione.

Ma Fadelle non dispera e spiega che è possibile un dialogo coi musulmani, che lui chiama “fratelli in Cristo”, ma non con l'Islam in sé perché il Corano parla apertamente di uccidere i miscredenti.

Tags:
persecuzione cristiani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni