Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Francesco Saverio
home iconStile di vita
line break icon

Tendi a demonizzare il desiderio? Forse è meglio se ci ripensi...

Mary Harsh

padre Francesco Occhetta - pubblicato il 20/04/15

Quando il desiderio è autentico, porta a «mettere ordine nella propria vita»

Il desiderio occupa un posto fondamentale nella vita umana. Quando il desiderio è autentico, porta ad operare una radicale ristrutturazione, a «mettere ordine nella propria vita», come direbbe sant’Ignazio, giungendo ad essere un uomo capace di gustare e godere di essa, in altre parole di essere contento.

Non è un caso che i genitori e gli educatori che vogliono bene ai giovani che crescono chiedono loro: “cosa desideri?”… e aspettano con pazienza che con le lenti della spiritualità il ragazzo si immerga nella sua vita interiore e inizi a distinguere cosa sente.

Scrive Giovanni Cucci, nel suo articolo “Il desiderio, motore della vita“: “Il desiderio non può tuttavia essere cancellato così facilmente. Desideri e affetti, nel loro binomio inseparabile, costituiscono l’elemento basilare della vita psichica, intellettuale e spirituale, sono la sorgente di ogni attività; pur apparendo spesso un insieme caotico e complicato, essi rimandano a realtà fondamentali e necessarie che danno sapore alla vita, perché la rendono interessante, «gustosa». San Tommaso associa con acume il desiderio allo stesso atto della vista, un’operazione essenzialmente selettiva, che si sofferma su ciò che cattura il cuore”.

07-spiritual_connection

Deriva dall’omonimo verbo latino, che significava «“notare la mancanza di sidera”, cioè delle costellazioni necessarie per trarre gli aruspici; quindi nel linguaggio comune, “sentir la mancanza di”» (Diz. Devoto-Oli). La Bibbia è piena zeppa di uomini e donne che desiderano: desidera Abramo, Mosè e Aronne, i Re Davide e Salomone, ma anche il Giobbe e insieme a tutti I profeti; nel Nuovo testamento desidera Maria e Giuseppe, i discepoli, Marta e Maria… fino alle donne che corrono al sepolcro dove il loro cuore le spingeva. Gesù è maestro dei desideri.

Cosa è il desiderio? È un’esperienza di una unificazione tra intelletto, affetto e volontà che non si esaurisce nelle sue puntuali realizzazioni, ti rimanda sempre ad un oltre che non puoi né prendere né inscatolare. Quali le ambiguità presenta? Il desiderio non è emotività, non è la c.d. “voglia matta”, non è nemmeno la passione in senso sessuale. Queste si spengono e soprattutto quando le smascheri spariscono e non ricompaiono più come desideri (apparenti!). Soprattutto si estinguono nel tempo. Il desiderio no! Nel tempo cresce. Insomma il desiderio va anzitutto distinto dal bisogno.

Scrive Cucci: “Il desiderio infatti, parafrasando lo psicologo Kubie, consente di attuare l’unico tipo di trasformazione duraturo, e cioè «cambiare nella capacità di cambiare»: ciò consente di riportare ordine nel disordine”. E continua sottolineando che per la filosofia si possono specificare tre differenti livelli di questa «tendenza unificatrice» propria del desiderio:

1) il livello più basso, assimilabile al bisogno, come tendenza verso un bene da consumare (per esempio il cibo);
2) come ricerca di un bene di cui si sente la mancanza, ma che è in qualche modo presente al soggetto (come il desiderio di essere felice, di completare un corso di studi, un’impresa);
3) come risposta a qualcosa di presente e che insieme interpella il soggetto nella sua totalità, fino a giocare per essa la propria libertà, anche in modo permanente (ad esempio per una scelta di vita).

ascesi

Il desiderio ha una componente spirituale, e dice la dimensione di trascendenza che c’è in noi, quasi il punto di contatto tra il nostro dito e quello di Dio.

  • 1
  • 2
Tags:
desiderio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni