Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconChiesa
line break icon

7 cose da sapere sull’Ostensione della Sindone

© Public Domain

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 15/04/15

L'apertura domenica 19 aprile. Sono già oltre un milione i visitatori prenotati. Tra i pellegrini illustri papa Francesco e il presidente Mattarella

Sono 400 anni che la città di Torino custodisce gelosamente il telo di lino che secondo la tradizione avrebbe avvolto Gesù dopo la deposizione dalla croce e sul quale è misteriosamente impressa l'immagine di un uomo che ha subito le stesse crudeli sevizie inflitte a Gesù durante la Passione. Mentre la scienza prosegue la ricerca e cerca verità e conferme, l'ostensione della Sindone consente a milioni di pellegrini di riflettere sul mistero dell'amore divino contemplando quella che è stata definita "l'icona della Passione". Numerose le ostensioni nel corso della storia. Questa del 2015 è la terza esposizione pubblica del millennio, dopo quella del 2000 – in occasione del Giubileo – e del 2010. Ci sono state anche delle ostensioni televisive: la prima in assoluto nel 1983 e la più recente il 30 marzo 2013.

Perchè questa Ostensione?

L’esposizione della Sindone è stata concessa dal Papa in occasione dei 200 anni dalla nascita di san Giovanni Bosco e per questo sarà vissuta con specifico riferimento al mondo salesiano. E' caratterizzata da due attenzioni particolari: i giovani e i malati, le persone che soffrono, con momenti specifici di pellegrinaggio e organizzazione di iniziative di accoglienza.

Periodo dell'Ostensione.

L'esposizione ai fedeli della Sindone avviene nella cattedrale di San Giovanni Battista di Torino dal 19 aprile – giorno di apertura con la celebrazione eucaristica presieduta dal Custode pontificio della Sindone, monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino,

insieme ai vescovi del Piemonte – fino al 24 giugno. Tutti i giorni, dalle 7.30 alle 19.30 sarà possibile compiere il percorso di avvicinamento e, dopo la “prelettura” del Telo, entrare in Duomo. Non si potrà visitare la Sindone il 20 e 21 giugno, in occasione della visita di Papa Francesco a Torino. Il 14 maggio la Sindone sarà visitata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il motto e il logo: "L'amore più grande"

L'arcivescovo di Torino e custode della Sindone ha scelto come motto dell'esposizione «L'Amore più grande», con un richiamo al Vangelo di Giovanni (15,13): "È l'amore di Dio, manifestato nella Passione di Gesù Cristo, nel dono totale della vita – spiega mons. Nosiglia -, che spinge ciascu no di noi a mettersi a servizio dei fratelli, e dei più poveri in particolare.

L'immagine del logo richiama le parole del motto collegandole al Volto che appare nella Sindone. Il logo dell'Ostensione è stato individuato partendo dalla ricerca dei giovani torinesi dell'Accademia di Belle Arti e di gruppi di parrocchie. L'Agenzia Armando Testa lo ha elaborato, facendolo diventare il «manifesto» di questa esposizione della Sindone.

Come fare per partecipare?

La visita alla Sindone è completamente gratuita ma occorre obbligatoriamente prenotarsi tramite il sito ufficiale www.sindone.org oppure chiamando il call center +39/011.5252550. Tramite il pulsante "prenota la tua visita" si accede al sistema di prenotazione disponibile in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, polacco e russo. Ad oggi sono oltre un milione le prenotazioni già effettuate.

Il percorso e le confessioni

Il percorso che i fedeli dovranno seguire per raggiungere il Duomo e avvicinarsi alla Sindone è lungo 850 metri e quasi completamente coperto. Il punto di accoglienza e accesso è in viale Partigiani, poi i pellegrini attraverseranno i Giardini Reali alti e la manica nuova di Palazzo Reale, l’area della pre-lettura per la preparazione alla visione del Telo (proiezione di immagini con dettagli del sudario) prima di entrare nella cattedrale e potersi fermare qualche minuto davanti alla Sindone.

All'uscita del percorso le «penitenzierie», dove è possibile accostarsi al sacramento della Confessione. Saranno presenti confessori nelle diverse lingue grazie alla presenza di molti sacerdoti stranieri e missionari che hanno offerto la propria disponibilità per coprire i turni nelle settimane dell'Ostensione. Speciali sussidi saranno a disposizione dei pellegrini per approfondire i contenuti spirituali della visita alla Sindone e per aiutarli con informazioni pratiche.

Accoglienza per malati, disabili e giovani

L'attenzione speciale per i malati che verranno alla Sindone si concretizzerà anche nelle modalità dell'accoglienza. Per la prima volta a Torino sono stati realizzati due «accueil» con la disponibilità di 70 posti letto sul modello di Lourdes, per i pellegrini (malati e accompagnatori) che si fermano in città più di un giorno e luoghi di accoglienza per chi compie il pellegrinaggio in giornata. Gli accueil si trovano vicino al Duomo, nell'ospedale Maria Adelaide e al Cottolengo, e offrono ospitalità per l’intero periodo dell’Ostensione a prezzi contenuti con servizi di pernottamento, mensa e assistenza medica (prenotazioni sul sito www.sindone.org nella pagina "malati e disabili"). Tutti i giorni dell’Ostensione a malati e disabili è riservata una corsia “prioritaria” per la visita alla Sindone e sarà anche allestito un percorso breve per chi presenta particolari problemi.

Con il progetto «Turin for Young» la Pastorale Giovanile della diocesi di Torino e la Pastorale Giovanile Salesiana di Piemonte e Valle d'Aosta coordinano il servizio di accoglienza dei giovani pellegrini che giungono a Torino per l’Ostensione. Le informazioni si trovano su http://www.sindone.org e http://www.turinforyoung.it.

Una Ostensione "social"

In occasione dell'Ostensione 2015 la comunicazione passa per la prima volta anche attraverso i canali social più diffusi con account che saranno continuamente aggiornati in tempo reale:

Twitter: @Sindone2015 • Facebook: http://www.facebook.com/sindone2015 • YouTube: Sindone2015 Un canale twitter interamente in lingua inglese è dedicato particolarmente agli operatori dell'informazione: @HolyShroud2015

Tags:
ostensione sindone
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni