Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Un incredibile miracolo

© Public Domain / Facebook
Condividi

Un incidente, il coma e una meravigliosa sorpresa dopo il risveglio

Davvero commuove e sa di miracolo quanto è accaduto alla giovane Sharista Giles, 20 anni, di Sweetwater, inTennessee (USA), che a causa di un incidente stradale è rimasta in coma da dicembre a pochi giorni fa mentre era incinta di 5 mesi. La ragazza non solo si è svegliata contro ogni parere, ma ha scoperto di aver partorito un bimbo sano di 3 chili e 800 grammi.

Molti medici sostengono che finché la madre resta viva il feto continua a svilupparsi e può nascere e sopravvivere, se non ci sono particolari complicazioni.

"I dottori ci avevano detto che non c'era niente da fare", ha spiegato la zia della ragazza, Beverly Giles. "Non ci speravano più. Ma noi non abbiamo mai mollato". Finchè, mercoledì, Sharista ha improvvisamente riaperto gli occhi. Ha sbattuto le palpebre e ha risposto alle carezze dei familiari che le stringevano la mano. Soprattutto, la giovane mamma ha potuto per la prima volta guardare la foto di suo figlio. I medici dell'Harriman Care and rehabilitation Center ancora non hanno sciolto la prognosi di Sharista ma la speranza è che mamma e figlio – tuttora in terapia intensiva neonatale – possano tornare presto a casa (Avvenire, 11 aprile).

Il padre «le ha mostrato una foto del suo bambino e lei l'ha seguita con gli occhi», racconta la zia. «Quando si è voltato per appenderla alla parete, lei ha provato a girare la testa, cercando di rivedere quell'immagine» (Famiglia Cristiana, 13 aprile).

 

Tags:
coma
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni