Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Papa Francesco chiama l’Antartide

Pope Francis - Giulio Napolitano / Shutterstock.com
VATICAN CITY, VATICAN - APRIL 09 : Pope Francis greets the pilgrims during his weekly general audience in St Peter's square at the Vatican on April 09, 2014. Image ID: 186370886
Condividi

Non ci credeva Gabriel Almada, sottufficiale argentino di stanza nella base di Marambio....

Quando è stato eletto, papa Francesco ha detto che i cardinali erano andati a cercarlo quasi alla fine del mondo. A sud della Patagonia, che l'Argentina condivide con il Cile, c'è l'Antartide. E lì, alla fine del mondo, il pontefice ha telefonato nel giorno del Sabato Santo.

Alle 7.15 ha squillato il telefono del sottufficiale Gabriel Almada, incaricato delle comunicazioni nella base argentina di Marambio. Almada esitava a rispondere; per motivi di sicurezza, stando lontano da casa, preferisce non rispondere alle chiamate il cui mittente non è identificato o figura come “numero privato”.

“Parlo con il signor Almada?”, gli hanno chiesto dall'altro lato del telefono. Diffidente, il sottufficiale ha chiesto varie volte: “Chi è?” Per qualche istante la situazione è stata tesa, fino a quando Francesco “si è reso conto che io davo del filo da torcere ed ero sul punto di attaccare”, e allora ha rivelato la sua identità. “Sono rimasto paralizzato. È stata un'emozione molto grande, che mai avrei pensato di vivere”, ha confessato Almada in un'intervista televisiva alla rete TN.

Il sottufficiale ha affermato che aveva inviato un'e-mail perché il Santo Padre scrivesse qualche riga salutando l'equipaggio per la Pasqua, ma non si aspettava la telefonata.

Si è anche scusato con il papa: “Gli ho spiegato che non era mia intenzione farmi chiamare perché mi sembra un azzardo da parte mia chiedergli di telefonarmi. Ho spiegato che volevo semplicemente qualche riga da parte sua, ma che ero molto grato per il fatto che avesse chiamato”.

Almada ha vissuto la conversazione con grande emozione, e dopo aver attaccato è scoppiato a piangere. “Quello che mi è rimasto più impresso è stata la sua umiltà, il suo modo di parlare (…) Non sapete l'emozione che ha suscitato la sua telefonata in tutta la base… Non si riesce a spiegare”, ha indicato.

Tra le sue funzioni alla base, Almada è incaricato della cappella della Santissima Vergine di Luján, ed è stato autorizzato a fungere da ministro dell'Eucaristia.

Nella cappella è custodita una copia dell'immagine della Madonna di Luján, trasferita solennemente dal suo santuario nel 1995, qualche mese prima dell'inaugurazione dell'oratorio. Da poco tempo, inoltre, custodisce un cofanetto con uno zucchetto di papa Francesco e un rosario benedetto da lui.

Quella di Marambio, fondata nel 1969, è una base scientifica e militare permanente situata nell'isola antartica di Marambio, dipendente dalla Forza Aerea Argentina, e può ospitare oltre 50 persone.

I contatti permanente con il continente attraverso le nuove tecnologie e la diffusione delle sue attività e degli eventi importanti ad opera della Fondazione Marambio e della Forza Aerea avvicinano la vita degli abitanti della base a quella del resto degli argentini.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni