Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Carmen, la bambina protagonista del miracolo dei genitori di Santa Teresina

© Servicio Audiovisual Diocesano
Condividi

Dopo aver pregato i coniugi Martin si è verificata una ripresa straordinaria, senza alcuna spiegazione medica

Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del miracolo attribuito all'intercessione dei beati coniugi Louis Martin (1823-1894) e Zélie Guérin (1831-1877), genitori di Santa Teresina di Lisieux, su una bambina di Valencia (Spagna) che oggi ha sei anni.

Una bambina valenciana nata prematura nell'ottobre 2008 è la protagonista del miracolo attribuito all'intercessione dei beati coniugi Louis Martin (1823-1894) e Zélie Guérin (1831-1877), genitori di Santa Teresina di Lisieux.

Oggi questa bambina di nome Carmen ha sei anni, e ha avuto una guarigione “scientificamente inspiegabile”, spiega il rapporto del carmelitano italiano Antonio Sangalli.

Carmen “era nata prematura dopo una gravidanza molto difficile, soffriva di molteplici patologie, tra le quali una doppia setticemia e un'emorragia cerebrale intraventricolare sinistra di IV grado”.

I genitori della bambina, “vedendo il pericolo quod mortem, si sono rivolti immediatamente a Dio e alla Madonna, e grazie all'intervento del monastero delle Carmelitane Scalze di Serra genitori, familiari e amici hanno iniziato una novena di preghiera ai beati coniugi Martin”, aggiunge il rapporto.

Secondo quanto ha riferito l'agenzia dell'arcivescovado di Valencia, AVAN, da quel momento si è verificato un progressivo recupero della bambina, fino alla “ripresa straordinaria, senza alcuna spiegazione medica”.

Padre Sangalli ha spiegato che nel corso dell'indagine “sono stati ascoltati 18 testimoni: i genitori e i nonni di Carmen, la sua maestra, un sacerdote, quattro carmelitane di Serra e otto medici”.

Il postulatore ha esortato a “ripetere con forza che i Martin sono una coppia speciale, un esempio per le nostre famiglie di oggi; sono maestri nel campo della fede, dell'educazione alla santità domestica, ecclesiale e sociale”.

Carmen ha partecipato con i suoi genitori all'offerta di fiori alla Virgen de los Desamparados.

“Siamo molto emozionati perché abbiamo ricevuto la notizia dell'approvazione del miracolo su nostra figlia prima di passare davanti alla Madonna, nell'offerta alla quale partecipiamo in famiglia ogni anno, e abbiamo reso grazie con tutto il cuore alla patrona per il fatto di essere qui oggi”, ha detto ad AVAN il padre di Carmen, precisando che sua figlia “partecipa da due mesi dopo essere uscita dall'ospedale e oggi lo fa con grande gioia”.

Quanto al miracolo, “glielo spieghiamo a poco a poco, perché a sei anni già si chiede cosa è successo, sa che è stata molto male in ospedale e ha già capito un po' ciò che è accaduto. Siamo andati a Lisieux e sono venute delle persone a conoscerla, e riconosce sempre quando vede qualche quadro o immagine di Louis e Zélie”.

L'arcivescovado di Valencia ha inserito sulla sua web un documentario sul miracolo riconosciuto dalla Santa Sede, il video che accompagna questo articolo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni