Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
home iconNews
line break icon

Sapevate che Martin Luther King apprezzava molto il Rosario?

© U.S. military / Department of Defense / CC

http://commons.wikimedia.org/wiki/File:USMC-09611.jpg#mediaviewer/File:USMC-09611.jpg

Jorge Graña - pubblicato il 18/03/15

Per l'apostolo della non violenza il Rosario ha dimostrato di essere di grande aiuto

Per gentile concessione di padre Joseph Mary Wolfe, MFVA, Missionario francescano del Verbo Eterno, e con il suo permesso, condivido con i lettori di Aleteia una lettera scritta il 23 settembre 1964 da Martin Luther King Jr. (1928-1968), all'epoca Presidente della Conferenza per la Leadership Cristiana del Sud.

In questo documento storico si rivelano lo spirito e il cuore di questo pastore battista statunitense, che ispirato dall'esempio di Gandhi utilizzò la non violenza come strategia di lotta per difendere i diritti civili dei suoi fratelli nordamericani di colore.

Ecco la lettera:

Cara Miss Blackburn:
grazie per la sua recente lettera. È sempre un piacere condividere le opinioni dei nostri amici di buona volontà. La mia apparente negligenza è stata dovuta al mio desiderio di dare un'attenzione personale alla sua lettera e all'enorme volume di corrispondenza che ho davanti a me.
Apprezzo moltissimo la sua considerazione per la mia persona. Il Rosario ha dimostrato di essere di grande aiuto. La sua lettera mi ha commosso e mi ha dato un nuovo impulso.
Continuiamo a lavorare e a pregare insieme per un mondo migliore.
Sinceramente suo,
Martin Luther King Jr.

È stata proprio la signora Murielle Blackburn a far giungere questo documento a padre Joseph, inviandoglielo con questo breve messaggio:

Caro padre Joseph Mary:
ho 81 anni (giovane). Il motivo per il quale le scrivo è perché nel 1964 ho ricevuto una lettera da Martin Luther King nella quale egli menziona il "Rosario". Gli avevo scritto al momento delle sue “marce” dicendogli che voleva conquistare il cuore della gente e il Rosario era la via migliore. Gli ho chiesto anche di insegnare alla sua gente a recitarlo.
Mi piacerebbe dare a lei questa lettera prima di morire. Le piacerebbe riceverla?
Rispettosamente in Gesù, Maria e Giuseppe,
Murielle Blackburn

Nell'anno in cui Martin Luther King scrisse quella breve lettera alla signora Blackburn (il 1964) ricevette il Premio Nobel per la Pace. È stato anche l'anno in cui il Presidente Lyndon Johnson, successore di Kennedy, che era stato assassinato, ha promulgato la legge per i diritti civili che consacrava l'uguaglianza di tutti i cittadini.

I principi di Martin Luther King sono rimasti espressi in varie delle sue opere. Oltre alla celebre “Lettera dalla prigione di Birmingham”, bisogna menzionare “La forza di amare” (1965) e “La tromba della coscienza” (1968). Il testo che ha suscitato più ammirazione a livello universale è il suo discorso più famoso, noto come I have a dream (Ho un sogno), pronunciato il 28 agosto 1963 davanti ai 250.000 partecipanti alla marcia su Washington ai piedi del monumento ad Abramo Lincoln, il Presidente che un secolo prima aveva abolito la schiavitù.

Cento anni fa un grande americano, alla cui ombra ci leviamo oggi, firmò il Proclama sull’Emancipazione. Questo fondamentale decreto venne come un grande faro di speranza per milioni di schiavi negri che erano stati bruciati sul fuoco dell’avida ingiustizia. Venne come un’alba radiosa a porre termine alla lunga notte della cattività. Ma cento anni dopo, il negro ancora non è libero”. “Io ho davanti a me un sogno, che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una Nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere”.

È fonte di ispirazione che questo grande uomo, un pastore battista che ha incarnato lo spirito delle Beatitudini (Mt 5, 3-12) nella sua vita e nella sua lotta pacifica, abbia riconosciuto l'aiuto che rappresenta il Rosario. Oggi noi cristiani cattolici dobbiamo porci una domanda: diamo alla recita del Rosario un posto nella nostra vita, consapevoli del valore e della forza che ha questa bellissima preghiera mariana? Ciascuno deve trovare la propria risposta.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
martin luther kingsanto rosario
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni