Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconChiesa
line break icon

Come si riconoscevano i primi cristiani al tempo della clandestinità?

Public domain

Aleteia - pubblicato il 27/02/15

Il simbolo segreto che utilizzavano

Nei primi tre secoli del cristianesimo, le persecuzioni contro i cristiani erano frequenti e brutali. La fede in Cristo costituiva una religione clandestina, e per questo i cristiani non si potevano ribellare apertamente. In questo contesto, come riusciva un cristiano a sapere se un'altra persona condivideva la sua fede?

Oltre a prendere le precauzioni più evidenti, come informarsi previamente sull'altra persona ogni volta che fosse possibile, si ritiene che i primi cristiani utilizzassero alcuni “codici segreti” per confermare se si trovavano davanti a un correligionario. Uno di questi codici era l'Ichthys oIchthus, parola che in greco antico (ἰχθύς) significava "pesce".

In base a questa ipotesi, quando un cristiano pensava di trovarsi davanti a un altro cristiano clandestino, disegnava una curva o mezza luna a terra. Se l'altra persona disegnava l'altra mezza luna sovrapposta alla sua, completando la figura di un pesce, era fortemente probabile che si trattasse proprio di un seguace di Gesù che conosceva il “codice segreto” cristiano.

Perché l'immagine di un pesce?

Perché le lettere che formano la parola “pesce” in greco (ichthys), quando sono scritte in maiuscolo (ΙΧΘΥΣ), formano un acronimo con le iniziali dell'espressione Iēsous Christos Theou Yios Sōtēr, che significa "Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore" (in greco antico Ἰησοῦς Χριστός, Θεοῦ ͑Υιός, Σωτήρ).

Il pesce è quindi diventato uno dei primi simboli cristiani, insieme all'immagine del Buon Pastore e in seguito a quella del crocifisso.

L'Ichthys era usato anche per indicare le catacombe cristiane durante le persecuzioni contro la comunità, di modo che solo i cristiani sapessero quali erano i tumuli dei loro compagni di fede.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
primi cristiani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni