Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 06 Marzo |
San Julián di Toledo
home iconNews
line break icon

Cosa pensa una bambina rifugiata cristiana dell’ISIS?

© Amigos Irak / YouTube

Catholic Link - pubblicato il 24/02/15

“Io non farei loro niente, chiedo solo a Dio di perdonarli”

di Luisa Restrepo

La saggezza dei bambini è semplicemente impressionante. La maggior parte delle volte sono loro a offrirci le lezioni più essenziali della vita.

Per commentare questo video non servono molte parole. Quelle della bambina bastano e ci fanno interrogare su una realtà che ignoriamo nella sua drammaticità e che ci scandalizza da lontano. Sono parole che nella loro semplicità rispondono a molte domande che ci poniamo sul senso della sofferenza e degli eventi della nostra vita, e ci fanno capire che ci sono sempre ragioni per sperare, per confidare e continuare a credere nella misericordia di un Dio che ci ama infinitamente e ha pensato ogni dettaglio della nostra vita.


In circostanze difficili come quelle che stanno vivendo i nostri fratelli in Medio Oriente, ci possiamo scusare e lamentare (io l'ho fatto) di un'umanità frantumata e piena di odio che ci fa ribellare e ci frustra, ma nelle parole di questa bambina c'è qualcosa di essenziale che mi ha toccato molto: constatare che gli aspetti più umani sono la volontà, il coraggio, il sapersi sovrapporre alla disgrazia, la bontà, il perdono e la speranza, perché in Mariam brilla quell'umanità capace di perdonare, di compatire e ringraziare perché qualcun altro ha compassione dei suoi sentimenti. Brilla anche, in modo molto naturale, una fede interiorizzata e vissuta fin da piccola che fa sì che la sua visione delle cose sia piena di senso.

Per questo posso dire che l'aspetto umano è impegnarsi a continuare ad avere speranza, a realizzare i nostri sogni più belli, e i bambini continuano ad avere questo dono; è un peccato che a volte noi adulti diamo più peso ai nostri desideri peggiori.

Spesso essere uomini ci spaventa per tutto ciò che vediamo intorno a noi, per gli aneliti e i sogni irrisolti, per le tristezze e le frustrazioni, ma testimonianze di perdono come questa ci mostrano che bisogna sempre continuare a puntare sull'essere buoni, sull'essere esseri umani e cristiani autentici. Credo che nei momenti di sofferenza e di dolore ci aiuterebbe molto ricordare cosa pensavamo e provavamo quando eravamo bambini.

La piccola rifugiata Mariam ricorda che quando viveva a Qaraqosh “avevamo una casa e ci divertivamo, qui no. Ma grazie a Dio, Lui ci ha protetti. Dio ci ama, e non ha permesso che l'ISIS ci uccidesse”.

Mariam non prova rancore né odio per coloro che l'hanno costretta ad abbandonare la propria casa. “Io non farei loro niente, chiedo solo a Dio di perdonarli”. Lei, dice, li ha già perdonati.

La bambina ha quindi ringraziato il cronista. “Hai sentito i miei sentimenti. Io ho dei sentimenti e voglio che la gente li conosca, che sappia cosa proviamo noi bambini che viviamo qui”. Saper ancora ringraziare e sperare in mezzo al dolore. Una lezione che non si dimentica tanto facilmente.

[Traduzione dallo spagnolo e adattamento a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
cristiani perseguitatiisis
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
5
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
Gelsomino Del Guercio
“Solo tu potevi capire Maria”. Lettera di Don Tonino Bello a San ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni