Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Dio mi ha tolto le gambe per regalarmi una vita meravigliosa

Aleteia - pubblicato il 10/02/15

La vita non vi deluderà mai. Ascoltate il racconto di questa donna e capirete il perché

Helen Galsworth sa bene cosa significhi la parola “ricominciare”. Specialmente quando, il 22 giugno 2007, aveva scelto di farla finita. E così si è buttata sotto a un treno che le ha portato via tutte e due le gambe. Ma Helen non è morta. Qualcuno la voleva ancora qui.

La ragazza racconta di non aver temuto la morte perché non aveva la minima coscienza di ciò che stava facendo. E quando si è risvegliata in ospedale con accanto sua mamma non si capacitava dell’accaduto. 

Senza l’uso delle gambe, per Helen, inizia una nuova sfida e le circostanze della vita si fanno più stringenti. Gli amici vanno all’università, trovano lavoro, viaggiano. Per lei sembra tutto una condanna.

Fino a che un’altro imprevisto tocca la sua vita: l’arrivo del piccolo Thomas! “Mi ha permesso di non chiudermi in me stessa”. Per Helen è stato un dono di Dio: la possibilità di rinascere in una nuova esistenza fatta di sorrisi, di amore gratuito, di vita, grazie anche al preziosissimo sostegno del suo compagno Will. Lui che la ama per quello che è.

La vita di Helen continua non senza difficoltà ma è qualcos’altro che domina: la certezza di essere amata qui, ora. Helen si è iscritta all’università ed è anche volontaria presso un’associazione che aiuta i mutilati.  

Helen ha perdonato sè stessa: “Oggi ho capito che le cose accadono sempre con una ragione ed è per questo che ora sono qui, viva e felice.”

Tags:
suicidiotestimonianze di vita e di fede
Top 10
See More