Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconStile di vita
line break icon

A Bologna docenti divisi sulla benedizione pasquale

© Public Domain

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 09/02/15

Il caso in tre scuole del capoluogo emiliano. I parroci inviano la richiesta, ma gli insegnanti laici provano a boicottarla

La benedizione pasquale a scuola divide gli insegnanti. Accade a Bologna, nelle scuole elementari Fortuzzi e Carducci e alle medie Rolandino.

LA RICHIESTA DEI PARROCI
I parroci di tre chiese tra Porta Castiglione e Santo Stefano hanno chiesto il "benestare" dei docenti e gli spazi dove compiere il rito della benedizione pasquale per gli alunni. I sacerdoti hanno scritto che la benedizione potrebbe avvenire al termine delle lezioni di uno dei giorni che precede le vacanze pasquali radunando gli allievi che accettano l’invito in una stanza abbastanza grande.

SCONTRO IN CONSIGLIO D’ISTITUTO
Una richiesta di routine che si è trasformata in un caso. Perché nelle tre scuole, che formano l’Istituto Comprensivo 20, si sono registrate polemiche e spaccature. E lo scontro è finito nel consiglio di istituto.

"SCUOLA NON E’ LUOGO MULTIRELIGIOSO"
«La scuola non è un luogo multireligioso, ma interculturale: si studiano tutte le religioni, ma non si celebrano riti», protesta Gianluca Gabrielli, maestro alle Fortuzzi. «Lo spazio della scuola pubblica non si esaurisce nelle ore di lezione. Nelle interpretazioni della legge sugli organi collegiali si dice che le liturgie non possono essere celebrate neanche quali attività», insiste Gabrielli.

"LAICITA’ VIOLATA"
Rincara un’altra insegnante, Monica Fontanelli: «Sono fermamente convinta che l’adesione a qualsiasi religione sia una scelta intima, personale e che la scuola, soprattutto in questo momento storico, debba essere luogo di incontro, unione, solidarietà ed evitare iniziative che dividono gli studenti, come pure gli insegnanti e tutto il personale, in base a scelte religiose». Per lei «se il Consiglio d’Istituto approverà la richiesta delle Parrocchie la laicità della Scuola sarà violata».

"NESSUNA DISCRIMINAZIONE"
Prova a tracciare una ragionevole sintesi il presidente del consiglio d’istituto Giovanni Prodi, nipote dell’ex presidente del consiglio Romano, che non crede all’invasività della richiesta e al fatto che possa minare le basi laiche della scuola. «Resto convinto che il rito, nelle modalità richieste, sia legittimo, anche rispetto alla Costituzione, e non sia discriminatorio: come può esserlo un incontro aperto a tutti e per partecipare al quale nulla è richiesto?».

IL PRECEDENTE DI VARESE
A Bologna si sta riproponendo in maniera più aspra quello che è avvenuto qualche mese fa in una scuola di Varese. In quell’occasione la dirigente della scuola elementare "Medea", Mara Caenazzo, decise di vietare la benedizione natalizia che ogni anno don Leonardo Bianchi soleva fare ai bambini nell’istituto. Questa la motivazione accampata dal dirigente: «La benedizione è un atto di culto e non un semplice saluto e quindi, per salvaguardare i diritti di tutte le famiglie, potrà essere garantito in un altro momento e non durante l’orario delle lezioni».

RIVOLTA CONTRO LA PRESIDE
A Varese ci fu una rivolta contro la scelta di Caenazzo. I genitori degli alunni dell’istituto protestarono contro la preside avviando finanche anche una raccolta di firme contro l’atteggiamento discriminatorio nei confronti dei bambini cattolici, la stragrande maggioranza degli alunni della scuola.   

Tags:
scuola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni