Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 05 Marzo |
San Giovanni Giuseppe della Croce
home iconNews
line break icon

L’orrore senza fine dell’ISIS

Paul Malo / Aleteia

children erbil

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 05/02/15

Ora se la prendono anche con i bambini

Secondo un rapporto ONU reso noto ieri, sono riportati casi non sporadici di abusi su bambini yazidi e cristiani che vengono «crocifissi» «decapitati» e «sepolti vivi». Il rapporto cita “molti casi di esecuzioni di massa di bambini, cosi’ come notizie di decapitazioni, crocifissioni di bambini e sepolture di bambini vivi”. Il governo iracheno ha chiesto ripetutamente di avere più armi dall’occidente e un maggiore addestramento delle sue forze. Da parte sua, l’agenzia dell’ONU ha esortato a fare di più, sottolineando che l’Iraq deve “prendere tutte le necessarie iniziative per assicurare la protezione e la sicurezza dei bambini e delle loro famiglie (Il Sole 24 Ore, 5 febbraio).

Così dopo i casi delle decapitazioni in pubblico di adulti, iracheni o ostaggi occidentali e la brutale uccisione del pilota giordano arso vivo, il cosiddetto Stato Islamico, viene scritta una nuova pagina del capitolo sugli orrori in Iraq.

Questi bambini iracheni, come si diceva soprattutto di fede yazida e cristiana, ma anche sunniti e sciiti, vengono rapiti dai miliziani di Isis e poi rivenduti come schiavi del sesso. I minori vengono spesso brutalmente uccisi tramite crocifissione o sepolti vivi (Reuters, 4 febbraio)

Bambini anche di soli 8 anni sono inoltre addestrati a combattere e sempre più spesso vengono utilizzati dai jihadisti come "carne da macello" per proteggere le strutture dei terroristi dai raid della coalizione, come scudi umani. Ci sarebbero, inoltre, video che dimostrerebbero l’impiego di bambini con problemi mentali come kamikaze (Avvenire, 5 febbraio).

Tags:
isisviolenza sessuale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni