Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 20 Aprile |
Sant'Aniceto
home iconNews
line break icon

La voce di Madison Tevlin è quel raggio di sole che non ti aspetti

Aleteia - pubblicato il 03/02/15

Per il "Down Syndrome Education International" sarebbe quasi impossibile cantare con la trisomia 21 e invece...

Il Down Syndrome Education International sostiene che chi è affetto da anomalia cromosomica è fortemente impossibilitato a dare sfogo alle proprie doti canore e più in generale vocali: «Molte persone affette dalla sindorme di down hanno voci roche e di bassa tonalità: a loro serve il doppio di energia per attivare i muscoli vocali e avviare la voce».

Vittoria dell’imprevisto
E’ per questo che la voce di Madison Tevlin, 12 anni, rappresenta quell’imprevisto misterioso che spacca la scorza del "ormai è così" del "non c’è nulla da fare". Sì perché Madison non ha mai mollato e la sua passione l’ha spinta oltre i limiti dell’immaginazione umana. Ogni giorno per emettere poche parole a ritmo di musica fa uno sforzo immane ma non si è mai arresa di fronte a chi le ha detto che non avrebbe mai potuto cantare davanti a un pubblico. Più che una rivincita la sua è la vittoria dei talenti che Dio concede a ciascun essere umano. Basterebbe riconoscerli e non abbandonarli.

© Madison Tevlin / Facebook

Non importa essere "perfetti"
Smentendo tutti, Madison ha portato virtualmente il pubblico in un studio di registrazione, ha cantato la difficile “All of me” di John Legend e ha postato il video su Youtube: le immagini, pubblicate il 20 gennaio, in appena 10 giorni sono state viste da oltre un milione e 700mila utenti che si sono commossi davanti alla tenacia di questa ragazzina che, in baffo alla perfezione, ha mostrato carattere e personalità. Madison ha ricordato le 348 parole del testo, ha mostrato sicurezza e coraggio e ha cantato, aprendosi al mondo e dimostrando che non importa essere perfetti, l’importante è abbattere le barriere. E lei c’è riuscita. (Il Messaggero, 31 gennaio)

«Voglio essere una fonte d’ispirazione» ha dichiarato Madison, con un sorriso che è tutto un programma. E questo è solo l’inizio.

Tags:
musicasindrome di down
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
4
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni