Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Moscardin
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

L’immagine carbonizzata della Madonna che pregano i cattolici perseguitati

© Iglesia Católica en Níger

Aciprensa - pubblicato il 30/01/15

Le sue ceneri verranno usate per accendere il cero pasquale nelle parrocchie del Niger

Una scultura della Vergine Maria rimasta carbonizzata dopo gli attacchi dei musulmani a metà del mese a Niamey (Niger) ha ravvivato la fede dei cristiani in questo Paese africano. L'arcivescovo emerito della capitale, monsignor Michel Cartatéguy, ha esortato i sacerdoti a conservare le ceneri delle loro parrocchie incendiate per utilizzarle a Pasqua.

Il 22 gennaio, monsignor Cartatéguy ha riunito tutti i sacerdoti per celebrare una cerimonia intorno alla scultura, arsa durante gli attacchi del 16 e 17 gennaio.

Secondo quanto ha reso noto il sito web della Chiesa cattolica in Niger, questa immagine della Vergine carbonizzata “è assai simbolica, perché questa statua, appartenente alla parrocchia di Sant'Agostino, è uno dei rari oggetti di pietà che non sono stati consumati dagli incendi che hanno colpito le chiese”.

I sacerdoti hanno offerto alla Vergine Maria la propria sofferenza e le hanno affidato le speranze della comunità cristiana, frastornata dopo gli assalti contro i cristiani, che hanno provocato 10 vittime e hanno visto 12 chiese date alle fiamme.

L'arcivescovo ha invitato ogni comunità di sacerdoti a depositare le ceneri raccolte nelle proprie parrocchie ai piedi dell'immagine della Madonna.

“Questa statua rappresenta tutte le statue che sono state bruciate”, ha affermato. “È la prova che Dio non ci abbandona… Queste ceneri che abbiamo oggi qui verranno usate per accendere il cero pasquale. Sì, le ceneri, nelle quali anche noi ci trasformeremo!”

Gli attacchi dei musulmani sono avvenuti in segno di protesta per le caricature di Maometto pubblicate dalla rivista francese Charlie Hebdo dopo l'attentato a Parigi il 7 gennaio scorso.

È stato anche reso noto che a causa dei gravi danni subiti dalle chiese le Messe di domenica 25 gennaio sono state celebrate in tende, con sedili prestati e altari improvvisati. In qualche caso i sacerdoti hanno dovuto celebrare la Messa senza i paramenti liturgici, anch'essi bruciati negli attacchi.

Durante l'omelia, il nuovo arcivescovo di Niamey, monsignor Laurent Lompo, e monsignor Cartatéguy hanno esortato i fedeli ad alimentare la speranza e a chiedere che non si verifichino di nuovo atti vandalici, i cui danni sono stimati in più di due milioni di dollari.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
persecuzione cristianipreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
CONFESSION, PRIEST, WOMAN
Gelsomino Del Guercio
Segreto, psicologo e assoluzione: 3 consigli per una corretta Con...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni