Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Bagno unisex, per chi non si “sente” nè maschio nè femmina

CC Jeffrey Beall

Aleteia - pubblicato il 26/01/15

A West Hollywood l'autorità locale abolisce le tradizionali distinzioni nelle toilette per non discriminare gay, lebische e trans

"Mi scusi, il bagno?"
"Come sempre in fondo a destra. Ma da oggi ce n'è uno solo che va bene per tutti." Potrebbero risponderti così nei locali di West Hollywood, Los Angeles, dopo l'ultimo provvedimento in cui le autorità locali hanno scelto di eliminare la classica distinzione tra i bagni per i "gents" e quelli per le "lads" per evitare "discriminiazione di genere".

Provvedimento pro-gender
Un sobborgo di Los Angeles, West Hollywood, ha deciso di prevedere bagni pubblici che non facciano alcuna distinzione all'entrata. «Dal provvedimento potranno trarre benefici le persone con disabilità e accompagnate, i genitori con bimbi di sesso differente, e molti altri». La ratio del provvedimento, in realtà, è ben diversa e dipende dalla volontà di non discriminare le persone con identità sessuale fluida e i transessuali. Così l'amministrazione cittadina ha deciso di eliminare ogni «insegna, figura o indicazione per destinare i bagni agli utenti di uno specifico genere». «Le restrizioni di genere applicate ai bagni possono essere sgradevoli per quelle persone la cui identità sessuale ricade al di fuori degli schemi e delle classificazioni tradizionali». (Tempi.it, 15 gennaio)

Servizi "non discriminatori"
Non si tratta però di un caso unico, negli Usa: negli ultimi anni, soprattutto nelle località più liberal, diverse categorie di esercizi commerciali o di uffici pubblici si stanno attrezzando per nuovi servizi igienici "non discriminatori" (Il Giornale, 15 gennaio). Le autorità fanno sapere inoltre che dall’entrata in vigore della nuova normativa, i locali di West Hollywood avranno 60 giorni di tempo per adeguarsi e inserire le insegne dei bagni neutrali. 

Tags:
ideologia gender
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni