Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Libri, Caritas e diocesi: così il mondo cattolico guarda all’Expo

Ⓒ Public Domain
Condividi

Una rete di iniziative per essere protagonisti all'esposizione internazionale di Milano

Conto alla rovescia per l'Expo di Milano: mancano 100 giorni al taglio del nastro e anche il mondo cattolico si mobilita per essere presente all'evento. Come riporta Agensir (21 gennaio), «si stanno moltiplicando in queste settimane incontri sul territorio diocesano promossi da parrocchie, associazioni, realtà culturali proprio per diffondere idee e approfondire i temi al centro di Expo». 

UNA COLLANA DI LIBRI
È stata lanciata anche una collana editoriale apposita per vivere l’Expo da cristiani. È infatti questo l’obiettivo dei piccoli testi per la riflessione personale e in comunità contenuti nella Collana Pane Nostro. Si tratta di un’iniziativa dell’arcidiocesi di Milano in collaborazione con Emi: volumetti di 64 pagine. Sono già usciti “Custode, non tiranno. Per un nuovo rapporto tra persona e creato” di Pierangelo Sequeri; “I bravi manager cenano a casa. Mangiare in famiglia fa bene a tutti” di Luigi Ballerini; “La cucina del Risorto. Gesù cuoco per l’umanità affamata” di Giovanni Cesare Pagazzi e “Alla tavola di Dio con l’umanità. Idee e domande di fede intorno a Expo 2015” di Luca Bressan. 

IL RUOLO DELLA CARITAS
Un ruolo strategico, spiega sempre Agensir, lo sta giocando la Caritas. Luciano Gualzetti, vicedirettore della Caritas ambrosiana e vice-commissario per il padiglione Santa Sede in Expo 2015 evidenzia che la Caritas sarà presente all’interno del sito espositivo lungo i sei mesi della manifestazione, con 20 eventi e 100 esperti provenienti da tutto il mondo. Previsti incontri di studio e riflessioni che metteranno in luce i risvolti politici, sociali, economici legati all’alimentazione.  Conflitti dimenticati, migrazioni, povertà in Italia e in Europa, sicurezza alimentare in situazioni di precarietà i temi che saranno affrontati. 

IN SINERGIA CON LA DIOCESI
La partecipazione di Caritas Ambrosiana avviene nell’ambito dell’accordo (Participation Agreement) firmato l’11 ottobre 2012 con Società Expo da Caritas Ambrosiana, Caritas Italiana, Caritas Internationalis e in stretta connessione con le iniziative che la Diocesi di Milano e la Santa Sede stanno progettando i nostri territori e le comunità cristiane locali sono naturalmente i destinatari privilegiati degli eventi Caritas del semestre Expo (caritasambrosiana.it).

CARCERI, PIAZZE E PARROCCHIE
Ma l'impegno diocesano nn si fermerà ai padiglioni dell'esposizione. La Caritas, infatti, lancerà una grande operazione di sensibilizzazione per portare fuori dal sito espositivo le idee migliori che saranno elaborate e presentate all’interno della manifestazione. Previsti incontri di animazione nelle carceri, nei centri di accoglienza, nelle parrocchie della diocesi di Milano. Cineforum, eventi di piazza, iniziative di solidarietà, manifestazioni mobiliteranno i cittadini

"AMBASCIATORI DELL'EXPO"
«Un grande programma che – annuncia Gualzetti all'agenzia di vescovi – coinvolgerà mille volontari». Tra pochi giorni infatti sarà lanciata la campagna di adesione come volontari dell’Expo: non semplici guide turistiche, ma animatori preparati con un corso di formazione. Insieme a loro ci saranno anche i giovani che si candideranno il prossimo anno per il servizio civile all’estero. Dopo essere stati inseriti in uno dei progetti sul diritto al cibo promosso da Caritas nel mondo, i ragazzi torneranno a casa e diventeranno “ambasciatori dell’Expo”

Tags:
expo 2015
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni