Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconChiesa
line break icon

Sant’Agnese, gli agnelli e gli arcivescovi metropoliti

deangelis

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 21/01/15

Il 21 gennaio si rinnova la tradizione della benedizione degli agnelli dalla cui lana si tessono i sacri pallii

Nel giorno della festa di sant’Agnese, il 21 gennaio, Papa Francesco rinnova la tradizione della benedizione degli agnelli la cui lana servirà alla confezione dei sacri pallii per i nuovi arcivescovi metropoliti della Chiesa cattolica.

Il pallio è una stola bianca con sei croci nere che viene custodita in un’urna presso la confessione di san Pietro. In occasione della solennità dei SS. Pietro e Paolo, il 29 giugno, il papa la impone ai nuovi arcivescovi metropoliti per simboleggiare la loro speciale comunione con la sede apostolica.

Gli agnelli sono allevati dalle religiose del convento romano di san Lorenzo in Panisperna e offerti al pontefice dai Canonici regolari Lateranensi appunto in occasione della memoria liturgica di sant’Agnese.

Quale legame c’è con questa santa morta nel 305?

Una giovinetta, quasi una bambina, ma con la forza dei giganti della fede che la rese capace di affrontare il martirio più crudele. Tale era la nobile Agnese della gens Clodia che subì il martirio a 12 anni durante la persecuzione dei cristiani ad opera di Diocleziano.

Narrano alcune fonti che il figlio del prefetto di Roma si fosse invaghito della dolce Agnese che, però, lo aveva rifiutato perché si era già promessa in sposa a Gesù. Per questo il potente padre del giovane respinto l’aveva fatta rinchiudere tra le vestali con le quali avrebbe dovuto rendere culto alla dea che proteggeva la città di Roma.

L’intrepida giovinetta non si era piegata nemmeno a questa imposizione e di fronte alla nuova confessione di fede cristiana il prefetto l’avrebbe fatta rinchiudere in un postribolo dove però nessun cliente avrebbe osato toccarla.
Accusata di magia, Agnese, secondo la tradizione agiografica, fu allora condannata al rogo ma le fiamme si divisero sotto al suo corpo senza sfiorarlo e i capelli crebbero tanto da coprire la sua nudità.

A questo punto i suoi persecutori la finirono trafiggendola con un colpo di spada alla gola, proprio come si uccidevano gli agnelli. Per questo e a causa della sua giovane età e dell’innocenza, sant’Agnese viene spesso raffigurata, nell’iconografia tradizionale, con un agnello.

La santa, protettrice delle vergini, delle fidanzate, dei giardinieri, dei tricologi e dell’Ordine della Santissima Trinità (i cui membri, detti Trinitari, erano dediti alla redenzione degli schiavi) è sepolta a Roma nelle catacombe che portano il suo nome sulle quali la principessa Costantina, figlia dell’imperatore Costantino I, fece costruire il complesso monumentale di sant’Agnese fuori le mura, noto per gli splendidi mosaici del Mausoleo di santa Costanza.

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni