Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 27 Luglio |
San Pantaleone
home iconNews
line break icon

​Papa Francesco: “la libertà religiosa è un diritto fondamentale”

ucanews.com

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 14/01/15

Cinquecentomila fedeli alla canonizzazione di Giuseppe Vaz, primo santo dello Sri Lanka

Un lungo applauso è seguito alla lettura della formula con cui Papa Francesco stamane a Colombo ha proclamato il primo santo dello Sri Lanka, Giuseppe Vaz, sacerdote oratoriano, nato in India da famiglia portoghese e approdato nell'isola per sostenere i cattolici rimasti senza clero durante la persecuzione ad opera dei calvinisti olandesi.

Erano 500 mila i fedeli che hanno affollato il Galle Face Green, un parco urbano che si estende per cinque chilometri lungo il litorale dell'Oceano Indiano. Nello stesso luogo, esattamente venti anni fa, Giovanni Paolo II aveva proclamato beato Giuseppe Vaz, durante il suo viaggio apostolico in Sri Lanka (15 gennaio del 1995).

Contemporaneamente le campane hanno suonato a festa anche a Goa, in India, la zona di provenienza del santo apostolo protagonista umile dell'evangelizzazione degli srilankesi che, insieme a un confratello, fu anche l'autore della traduzione dei più importanti testi cristiani in lingua singalese.

Del nuovo santo Bergoglio ha sottolineato, per prima cosa, l'essere un "sacerdote esemplare" che sbarcato a Ceylon come un clandestino, all'epoca della persecuzione "si vestiva come un mendicante, adempiva ai suoi doveri sacerdotali incontrando in segreto i fedeli, spesso di notte. Con le sue parole, ma soprattutto con l'esempio della sua vita, ha condotto il popolo di questo Paese alla fede".

Vaz è stato testimone di "zelo missionario" verso le periferie, in un periodo che, come il nostro, era segnato da profonde divisioni religiose e anche all'interno della minoranza cattolica. "La libertà religiosa – ha detto il papa – è un diritto umano fondamentale" e "ogni individuo dev'essere libero, da solo o associato ad altri, di cercare la verità, di esprimere apertamente le sue convinzioni religiose, libero da intimidazioni e da costrizioni esterne". La vita di Giuseppe Vaz insegna, ha affermato Francesco, che "l'autentica adorazione di Dio porta non alla discriminazione, all'odio e alla violenza, ma al rispetto per la sacralità della vita, al rispetto per la dignità e la libertà degli altri e all'amorevole impegno per il benessere di tutti".

Come un "sanyasi", cioè un uomo santo dell'induismo, Giuseppe Vaz, secondo il cardinale Malcom Ranjith, arcivescovo di Colombo, "non s'impose ai contemporanei, ma permise alla sua vita di dissolversi in mezzo a loro, al punto che essi furono attratti da Cristo".

"Il suo esempio – ha detto ancora il papa – continua oggi ad ispirare la Chiesa in Sri Lanka, che volentieri e generosamente serve tutti i membri della società, senza distinzione di razza, credo, appartenenza tribale, condizione sociale o religione nel servizio che provvede attraverso le sue scuole, ospedali, cliniche e molte altre opere di carità".

Per papa Francesco, al secondo della sua visita nella grande isola dell'Oceano Indiano, è stato un nuovo bagno di folla che lo ha salutato con grande entusiasmo durante il giro nella vettura scoperta. Il sindaco di Colombo ha offerto al pontefice le chiavi della città e al termine della celebrazione, il cardinale Ranjith, ha consegnato a Francesco un assegno di 70 mila dollari raccolti dai fedeli sri-lankesi per le opere di carità del papa.

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
7
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni