Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Agosto |
Sant'Alfonso Maria de' Liguori
home iconNews
line break icon

Kayla Montgomery, corre con la Sclerosi Multipla grazie all’abbraccio dell’allenatore

Aleteia - pubblicato il 12/01/15

Quando la condivisione della fatica e la compagnia umana trasformano un problema in un'occasione di vita

C’è un’atleta americana, Kayla Montgomery, 18 anni, che alla fine di ogni gara collassa per qualche minuto. Corre, nelle competizioni di distanza, e fa ottimi tempi. Quando arriva al traguardo, però, non si regge più in piedi. Il motivo non è una naturale stanchezza, ma la sclerosi multipla che l’ha colpita. Eppure lei non si arrende. Continua a correre, perché «correre mi fa sentire normale». (La Stampa, 25 novembre)

Kayla nel corso degli ultimi anni è passata dall’essere un’atleta normale ad una vera e propria promessa della corsa campestre, oggi è una star. Grazie alla dedizione costante e al duro lavoro, quella che era una delle tante concorrenti della Mount Tabor High School di Winston-Salem, oggi è una dei corridori più veloci di tutto il North Carolina, addirittura di tutti gli Stati Uniti. All’inizio del 2014 ha conquistato il titolo dello stato sui 3.200 metri. "Il suo tempo di 10 minuti e 43 secondi è il 21esimo nel paese" (New York Times, 3 marzo)

Oggi Kayla continua a correre grazie all’aiuto dell’allenatore Patrick Cromwell. Una presenza fondamentale per l’atleta e non solo per la passione e la carica che le dà durante ogni allenamento: Cromwell le va incontro a braccia aperte, sorreggendola ogni volta che lei, esausta, taglia il traguardo. Per questo è anche merito suo se Kayla riesce a convivere con la malattia e a guardare la realtà come un fattore positivo.

E’ proprio vero che la condivisione della fatica e la compagnia umana riescono a generare qualcosa di apparentemente impossibile, trasformando un problema nella modalità privilegiata con cui vivere e affrontare la realtà. 

Tags:
testimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni